Serie C, il Teramo torna a vincere: Paganese battuta 2-0

Il Teramo torna a vincere a distanza di un mese, battendo 2-0 la Paganese al Bonolis e ritrovando la sesta piazza in classifica in vista del turno di riposo infrasettimanale. Due ingenuità, però, andranno a condizionare la prossima sfida contro il Catanzaro.

Il primo tempo si gioca su ritmi blandi e con gli azzurrostellati di fatto assenti, nonostante la necessità di cercare punti per lasciare la zona playout. Santoro, dopo neanche un minuto, è protagonista di un tiro deviato, ma sempre a ritmi bassi al 18’ il Teramo passa: Costa Ferreira mette a referto un altro assist stagionale, con palla che Ilari controlla e deposita alle spalle di Baiocco. Per il centrocampista, che non segnava dal 15 novembre contro il Catania, è il sesto gol stagionale. La Paganese non si desta ed il Teramo, sempre in controllo, trova anche il raddoppio: al 27’ Pinzauti si libera bene in area, mette in mezzo per Bombagi che è più rapido degli avversari a toccare la sfera e firmare il 2-0. Anche per l’ex Pordenone è il sesto centro in campionato. La formazione Di Napoli sarà pericolosa per modo di dire nel primo tempo, solo con una conclusione dalla distanza di Sirignano, che Lewandowski blocca senza problemi. Poco dopo, Bombagi non trova la capocciata giusta dagli sviluppi di un angolo, mentre Pinzauti, al 37’, non capitalizza una palla persa in impostazione degli ospiti, alzando troppo la mira da buona posizione.

La prima frazione si chiude con un tentativo da fuori area di Bombagi, a lato. Di Napoli manda in campo Bramati e Guadagni ad inizio ripresa, per Squillace e Gaeta, passando al 3-4-1-2. Al 9’ però è ancora Teramo, con Santoro che semina il panico in area e Pinzauti anticipato sul più bello. Al quarto d’ora Pinzauti si mette in prova, supera un paio di avversari ma non trova lo specchio a Baiocco battuto. Al 26’ Mendicino, entrato da poco, impegna Lewandowski dalla distanza in quella che sarà l’unica parata di giornata. Al 28’ Santoro si fa vedere ancora, la palla arriva a Bombagi che però non inquadra e spara alto. Il Teramo controlla il finale di gara, anche se dal 34’ sarà in inferiorità numerica: Piacentini, infatti, rimedia il secondo giallo di giornata su fallo praticamente in fotocopia rispetto al primo tempo. Nel recupero Bombagi si fa invece ammonire per proteste e, considerata la diffida, salterà anche lui la sfida di domenica prossima contro il Catanzaro.

Il Diavolo ritrova comunque tre punti importanti per classifica e morale, e si prepara ora ad un match di ben altro tenore. 

Teramo (4-2-3-1): Lewandowski 6; Vitturini 6,5, Diakite 6, Piacentini 5, Tentardini 6; Santoro 7,5, Arrigoni 6,5; Ilari 6,5, Bombagi 7, Costa Ferreira 6,5 (36’st Soprano sv); Pinzauti 6,5 (17’st Mungo 6). A disp.: D’Egidio, Trasciani, Di Francesco, Bellucci, Kyeremanteng, Lombardi, Gerbi. All.: Paci.

Paganese (3-5-2): Baiocco 5,5; Schiavino 5 (18’st Mendicino 6), Sbampato 5, Sirignano 6; Carotenuto 5,5 (18’st Cigagna 5,5), Onescu 5, Gaeta 4,5 (1’st Guadagni 5,5), Zanini 4,5, Squillace 5 (1’st Bramati 6); Diop 5,5, Raffini 5. A disp.: Campani, Bovenzi, Esposito, Mattia, Bonavolontà, Di Palma, Curci, Antezza. All.: Di Napoli.

Arbitro: Cherchi di Carbonia.

Reti: 18’pt Ilari; 27’pt Bombagi.

Note: ammoniti Piacentini, Gaeta, Schiavino, Raffini; espulso Piacentini al 34’st per doppia ammonizione; recupero 4′ nel st.

foto Teramo Calcio