Il Pescara domani all’ultima spiaggia a Cosenza: Grassadonia spera ancora

Il Pescara è da ieri sera in Calabria per preparare la gara di domani pomeriggio (ore 14) al San Vito Marulla di Cosenza.

In terra silana i biancazzurri si giocheranno le residue speranze di play out. Questo solo in caso di vittoria, altrimenti, anche se non matematicamente sarà serie C. Per la sfida con i rossoblù,il tecnico Gianluca Grassadonia è riuscito a recuperare l’attaccante Ceter, Maistro e Tabanelli. Solo il secondo dovrebbe essere gettato dall’inizio nella mischia. Probabile forfait di Dessena a causa di un problema muscolare. Tornerà dal 1′ Galano. I positivi al Covid nel Pescara sono scesi da 7 a 4.

Il trainer abruzzese spera ancora: “La gara con la Virtus Entella era da vincere, ma non è ancora detta l’ultima parola. Dobbiamo provare a trarre il massimo dalle gare che restano”. Il Pescara è a tre lunghezze dai silani e in caso di successo ci sarebbe l’aggancio in classifica.

Dopo Cosenza il campionato tornerà martedì 4 maggio con il team abruzzese che ospiterà (inizio ore 14) all’Adriatico la Reggiana.