Il CSI Teramo riparte con le attività: approvato protocollo di sicurezza

La sicurezza e la tutela della salute pubblica, sono elementi basilari nella quotidiana promozione dello sport di base che il CSI svolge nel territorio della provincia teramana.

Tale concetto è stato ribadito con forza nel corso della Convention di presentazione della stagione sportiva 2020/2021, evento che si è tenuto lunedì 28 settembre presso il piazzale del Santuario della Madonna dello Splendore, a Giulianova Paese.

A distanza di oltre sei mesi dall’ultima gara ufficiale disputata su un rettangolo di gioco, il comitato provinciale ciessino alza il sipario sulla nuova stagione agonistica. “L’annata della ripartenza” insegue un obiettivo ambizioso, quello di incoraggiare le persone ad affrontare e sconfiggere l’avversario più temuto, il Coronavirus. E tutto ciò l’osservanza delle normative e dei protocolli stabiliti dalle Autorità competenti in materia: durante “Io gioco sicuro” (questo lo slogan della Convention), sono stati perciò illustrati i comportamenti virtuosi che dovranno essere osservati prima, durante e dopo una qualsiasi manifestazione sportiva.

Mauro Loretone (formatore territoriale degli arbitri e possessore della qualifica di Operatore sportivo Safe-Sport) ha illustrato le regole contenute nel Protocollo di sicurezza varato dal CSI (igienizzarsi le mani e indossare le mascherine; mantenere il distanziamento interpersonale di sicurezza anche in panchina; consegnare le autocertificazioni al dirigente della società ospitante nel pre-gara; utilizzare varchi di ingresso differenziati; misurazione della temperatura corporea; igienizzare materiali sportivi e areare i locali utilizzati in comune). Il rendez-vous con le società sportive inoltre è stato caratterizzato da altri momenti clou. Tra questi, l’approvazione ad unanimità del bilancio consuntivo per l’anno solare 2019: in questo caso, è toccato all’amministratore Alessandro Frattaroli illustrare al pubblico (quasi 100 presenti, alcuni provenienti anche da fuori regione) le principali voci del conto economico e dello stato patrimoniale.

Al presidente arancio-blu Angelo De Marcellis è spettata invece l’incombenza di sviscerare i mutamenti contenuti nel rinnovato Statuto Nazionale adottato dalla Presidenza Nazionale del CSI (le novità normative sono state votate e approvate all’unanimità dagli aventi diritti). L’impianto statutario recepisce in toto le disposizioni legislative introdotte con la riforma del Terzo Settore (CTS) di cui al Decreto Legislativo n.117 del 3 luglio 2017.

Durante le riunioni tra società sportive e responsabili di disciplina sono state invece pianificate le date di ripartenza dei campionati (10 ottobre per la disciplina del calcio, 12 ottobre per il calcio a 7). La giornata, aperta dalla Santa Messa che ha coinvolto emotivamente tutti i partecipanti, è stata poi conclusa da un piacevole convivio ospitato presso un rinomato ristorante giuliese.