Atri, Paolo Basilico nuovo coordinatore di Abruzzo Civico FOTO

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 30 Ottobre 2017 @ 0:37

Atri. Si è svolto sabato 11 Aprile, nella Sala Azzurra dell’Hotel du Parc ad Atri, il primo Congresso cittadino del movimento politico-culturale Abruzzo Civico, di fronte ad un folto pubblico.

Autorevoli gli ospiti e gli interventi che hanno animato il dibattito: il Presidente Regionale di Abruzzo Civico, l’Onorevole Giulio Sottanelli ha aperto i lavori, richiamando i principi ispiratori del movimento. Inevitabile era il focus sul tema di grande attualità, particolarmente caro alla città ducale, l’ospedale San Liberatore e la questione più stringente legata alla chiusura del punto nascite. Contributo prezioso è stato portato da Mario di Pietro, Direttore U.O.C Pediatria e Neonatologia del Presidio ospedaliero di Atri.

Il candidato unico per il ruolo di coordinatore, Paolo Basilico, è stato eletto per acclamazione dai presenti.
Nella sua relazione, il coordinatore, sensibilmente commosso e motivato per la nuova sfida, ha spiegato le modalità organizzative con le quali il movimento agirà la propria azione nella vita politica cittadina: sarà affiancato da un direttorio composto da 50 autorevoli persone di tutto il territorio atriano, che, articolato in gruppi tematici, approfondirà problematiche, emergenze e proposte.

“Lo spirito che anima il movimento, la valorizzazione del vero civismo e la proposta di un autentico progetto riformatore, sarà la strada maestra entro cui camminerà la compagine atriana. Già dalle prossime settimane la città sarà costantemente informata, invitata alla proposta e all’ascolto, perché torni ad un ruolo di protagonismo, ed il primo confronto, sui temi più caldi, sarà proprio con l’amministrazione comunale. Sabato è stata una gran bella giornata, la presenza di oltre 300 persone è la risposta più eloquente al grande bisogno di confronto, alla necessità irrinunciabile di sentirsi ed essere comunità”, spiega il direttivo di Abruzzo Civico di Atri,.

I lavori sono stati conclusi dall’intervento del Coordinatore Regionale, Giulio Borrelli.

Unica nota polemica il duro attacco di accusa del movimento civico Atri non si tocca che ha precisato: “”