Tortoreto, valori anomali nelle analisi Arta: divieto di balneazione in tre punti

Tortoreto. La cosa ha del clamoroso. Per quella che è la storia recente relativamente alle acque di balneazione, ma anche per la porzione di costa interessata dagli sforamenti.

 

Come un fulmine a ciel sereno, nella giornata di oggi il sindaco di Tortoreto, Domenico Piccioni, ha firmato l’ordinanza di divieto di balneazione in tre diversi punti della costa lidense. Che poi sono quelli che coincidono con i campionamenti periodici effettuati dall’Arta. I punti nei quali sono stati registrati gli sforamenti per la presenza di escherichia coli sono tre: nel tratto antistante la rotonda Carducci, in prossimità del monumento a Pescatore e nella zona sud, a 250 metri dalla foce del Salinello.

E tranne in questo caso dove lo sforamento dei parametri di legge non è straordinaria, negli altri due la concentrazione di escherichia coli è elevata. Per la zona centrale è 4 volte superiore ai limiti di legge e nella zona più a sud quasi di tre volte. I campionamenti periodici delle acque di balneazione sono stati effettuati lunedì scorso, 3 agosto, in una giornata nella quale i temporali ancora dovevano materializzarsi.

Cosa sia potuto accadere è, al momento un mistero. In quella zona non ci sono corsi d’acqua e anche lo storico parla nei 5 punti di campionamento della costa di Tortoreto di acque eccellenti. Qualcuno ipotizza anche di possibili sversamenti al largo (poi spinti dalla corrente) che poi sono risultati al momento delle analisi. Di sicuro il tutto rappresenta un brutto incidente di percorso, nella fase cruciale della stagione estiva. Nel frattempo nella giornata di domani, giovedì, sono attesi i risultati delle controanalisi per verificare se la situazione è tornata, o meno, alla normalità.