Roseto, emergenza coronavirus. Più di 150 famiglie in difficoltà, nasce la colletta alimentare permanente NOSTRO SERVIZIO

Nasce la colletta alimentare permanente. A Roseto l’iniziativa è stata promossa dall’assessore Luciana Di Bartolomeo con la collaborazione di alcune associazioni di volontariato che da giorni stanno aiutando tutte quelle famiglie in difficoltà.

Ma la situazione si sta aggravando e negli ultimi giorni il numero delle famiglie che si rivolgono al centro operativo comunale per avere un aiuto è aumentato. Da qui dunque l’appello dell’assessore Di Bartolomeo per fare in modo che i cittadini di Roseto siano solidali con chi oggi non può permettersi di fare la spesa.

Fondamentale il ruolo delle associazioni di volontariato presenti in città. Il vicinato di una volta, le Guide del Borsacchio, le Giacche Verdi e tanti altri organismi si stanno dando da fare. C’è chi si è autotassato per poter garantire la spesa settimanale ad una famiglia, chi ha acquistato dei farmaci per altri, chi dona prodotti di prima necessità come pane, panini e pizze rimasti invenduti. La macchina della solidarietà a Roseto ha un motore molto potente.