Pineto, concluso il primo giorno di screening scolastico: nessun positivo

Pineto. 303 persone hanno partecipato alla prima giornata di screening test al Covid-19 che si è svolto nel comune di Pineto a cura dell’ente, che è stato autorizzato dalla Asl e dalla Protezione Civile, dedicato a tutta la popolazione scolastica. Nessuno dei soggetti che hanno effettuato il test è risultato positivo.

Il totale degli alunni pinetesi chiamati a partecipare è 1071, 1376 le persone totalmente coinvolte (includendo personale docente e non docente).

I test proseguiranno anche domani 21 gennaio 2021 dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 nel piano terra del palazzo polifunzionale di Largo Fava. Sono coinvolti gli studenti e il personale docente e non docente. I vengono effettuati gratuitamente e tutti gli interessati sono pregati di recarsi nella sede dei test muniti di tessera sanitaria, documento di riconoscimento e modulo di richiesta (scaricabile dal sito del Comune di Pineto al seguente link https://www.comune.pineto.te.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_2558.html) preferibilmente pre-compilato.

Il test non è rivolto a quanti abbiano sintomi che indichino una infezione da Covid-19, quanti siano in malattia per qualunque motivo, chiunque sia stato testato di recente e sia in attesa di risposta, chiunque sia attualmente in quarantena o isolamento, chi abbia già programmato la data per un tampone e non è rivolto neppure ai bambini al di sotto dei 6 anni. I ragazzi dovranno essere accompagnati da un genitore o da un adulto responsabile.

“Siamo soddisfatti delle adesioni del primo giorno di test, oggi si sono svolti nel solo pomeriggio mentre domani saranno effettuati anche al mattino – dichiara il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio – un grazie va ancora una volta a tutti coloro che hanno reso possibile questi test anche nel nostro territorio, dalla Asl ai medici, alla Protezione civile, ai dipendenti comunali, a tutti i volontari e al personale coinvolto. L’auspicio è che anche domani ci sia una grande partecipazione con la consapevolezza che individuare gli asintomatici sia una delle strade per fermare il contagio”.