Teramo, Luciano Di Marzio rieletto presidente della Confidi

Teramo. L’Assemblea della Confidi Italianfidi scarl già “Cooperativa Artigiana di garanzia di Teramo e Provincia” ha approvato il bilancio di esercizio anno 2019 e ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali: eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione, Collegio dei Revisori di Conti e Collegio dei Probiviri.

Il nuovo Consiglio ha rieletto Presidente il professor Luciano Di Marzio e ha approvato all’unanimità il bilancio consuntivo anno 2019.

Lamentele dei soci nei riguardi della Regione Abruzzo che “da tanti anni non prevede nel Bilancio Regionale neanche un euro per l’Artigianato e ancora, dopo l’emergenza COVID-19, non ha deliberato interventi finanziari a fondo perduto a sostegno delle imprese. E ancora tante chiacchiere dell’Assessore Febbo e del Presidente Marsilio alla riunione del 30 luglio 2020”.

Di Marzio ha evidenziato “la serietà e l’onorabilità dei soci della Cooperativa “Città di Teramo e Provincia”, struttura nella quale l’insolvenza degli ultimi 10 anni risulta mediamente non superiore all’1% (uno per cento), che “considerato l’attuale momento di crisi è un risultato straordinario”. Le poche insolvenze sono dovute alla problematica relativa ai mancati incassi dei lavori eseguiti, il tutto aggravato dalla lentezza della Giustizia e dal non rispetto delle norme e delle scadenze previste nei contratti da parte degli enti pubblici e privati”.

Sono stati eletti all’unanimità membri del Consiglio di Amministrazione: Di Marzio Luciano, La Barbera Aldo, D’Andrea Maurizio, Russo Alessandro, Conocchioli Leo, i quali subito dopo l’Assemblea hanno proceduto all’elezione del Presidente riconfermando il prof. Luciano Di Marzio e vice Presidente Aldo La Barbera. Collegio Sindacale effettivi, Presidente il Dott. Di Battista Vincenzo, Di Polidoro Filippo, Fabiocchi Sergio; Collegio Sindacale supplenti, Collegio dei Probiviri effettivi Presidente Avv. Angelini Jacopo, Di Giuseppe Katia, Di Giacomo Remo. Collegio dei Probiviri supplenti, Forcellese Marco, Covelli Roberto.