Chieti, incontro sul verde, Rispoli e Zappalorto: ‘Ripiantumazione sarà la prassi’

Chieti. Si è svolto stamane l’incontro con le associazioni ambientaliste in merito alla vicenda degli alberi pericolosi e malati di cui la precedente amministrazione ha disposto l’intervento. Alla riunione erano presenti gli assessori ad Ambiente e Lavori Pubblici Chiara Zappalorto e Stefano Rispoli, la presidente del Wwf di Chieti Nicoletta Di Francesco, i tecnici comunali del Settore Verde pubblico.

“La condivisione delle scelte con la comunità e la città diventerà prassi per i prossimi anni, soprattutto sulla tutela per Verde Pubblico, per questo oggi abbiamo voluto relazionare sullo stato dei fatti alle associazioni che ci avevano interpellato– riferiscono gli assessori Zappalorto e Rispoli – La precedente Amministrazione ha commissionato uno studio sulle alberature cittadine, in base a cui sono emerse delle criticità che riguardano circa 50 alberi. Appena insediati, trovandoci di fronte a una determina firmata e operativa, l’abbiamo sospesa per approfondire da cosa nascesse e inquadrare la situazione, anche sollecitati dalle istanze delle associazioni ambientaliste.

È emerso che i tagli disposti saranno purtroppo inevitabili, stando a quanto ci riferiscono i tecnici e in base alle risultanze dello studio, perché disposti per esemplari malati e/o pericolosi dislocati in varie zone della città. A fronte della necessità di tutelare l’incolumità pubblica, è nostra ferma intenzione sostituire le piante rimosse e questa sarà una prassi per gli anni a venire, perché è indispensabile proteggere e rinvigorire il nostro patrimonio arboreo.

Cominceremo già con i primi interventi che riguarderanno tre tigli della villa comunale, a operare sarà la società Garden Gardenia, che provvederà anche a rimpiazzare subito gli alberi”.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.