Serie C, il Teramo batte il Bisceglie 2-0, per i playoff manca solo la matematica

Il Teramo fa un passo decisivo verso i playoff battendo al Bonolis il Bisceglie 2-0, in una gara che i biancorossi interpretano con lo spirito giusto dopo la sconfitta contro la Cavese.

Il Bisceglie non inizia male la gara ed al 6’ chiama già alla parata Lewandowski: i nerazzurri ripartono velocemente dopo una punizione dei biancorossi, Cittadino lascia a Sartore che però trova pronto l’estremo biancorosso. Il gol arriva ma a segnare è il Teramo: due minuti più tardi Costa Ferreira tocca di prima per Ilari, tornato in campo dopo due gare trascorse in panchina, che serve Bombagi e col mancino l’attaccante firma l’ottava rete stagionale ed il vantaggio del Diavolo. Passano pochi minuti ed i biancorossi vanno vicini al raddoppio: Costa Ferreira al 15’ riceve da Kyeremateng, prende la mira ma trova il palo più lontano a negargli la rete. Sul prosieguo dell’azione, Arrigoni dalla distanza chiama in causa Spurio che si salva in qualche modo in calcio d’angolo. Il Bisceglie non si arrocca in difesa ma prova soprattutto con gli esterni a costruire situazioni pericolose che la retroguardia biancorossa riesce a sbrogliare. I ritmi calano gradualmente, così come la verve di chi sta in campo e le occasioni. Il Teramo si fa rivedere al 39’, quando Kyeremateng conquista un pallone che prova a servire a Bombagi, anticipato a due passi dalla porta. Al 44’ il contatto in area tra Piacentini e Mansour scatena le proteste del Bisceglie. Gli animi si scaldano ed il direttore di gara mostra il rosso ad un elemento per parte delle due panchine, tra cui il diesse Sandro Federico. 

Il secondo tempo è anche più vivace della prima frazione. Maimone ci prova subito dalla distanza, non trovando lo specchio della porta, ma è Santoro il vero protagonista. Il centrocampista del Diavolo scende prima sulla destra per servire un cross a Bombagi che l’attaccante impatta alto. Al 3’ è Costa Ferreira a provarci in area, non trovando però la mira. Al 4’ Santoro va invece a sinistra, mette in mezzo ed il pallone dopo un tentativo di Bombagi, arriva ad Ilari a cui Spurio dice di no. Un minuto dopo Santoro ci mette ancora una volta lo zampino: Sartore prova in qualche modo a fermarlo ma lo fa in maniera fallosa secondo il direttore di gara che accorda il calcio di rigore a favore del Diavolo. Dal dischetto va il capitano Arrigoni che spiazza l’estremo ospite e porta i biancorossi sul 2-0 che sarà poi il risultato finale. 

Il Bisceglie non rinuncia a provarci: al 9’ Giron direttamente da calcio di punizione sul lato corto impegna Lewandowski che non si fa sorprendere sul primo palo. Al 13’ Sartore invita Makota che di testa però non trova lo specchio. Il Teramo replica con Bombagi il cui tentativo dalla distanza finisce però non di molto fuori. I nerazzurri premono ancora al 14’, Lewandowski vede rimpallare un pallone a due passi ma in qualche modo la retroguardia riesce a salvarsi. L’occasione più nitida per gli ospiti arriva al 17’: prima Mansour e poi Makota hanno le chance migliori per riaprire la gara ed il Teramo ringrazia la scarsa vena soprattutto dell’attaccante che a due passi non trova lo specchio. Al 22’ Mansour chiama Lewandowski all’ultima parata di giornata, mentre Bombagi al 29’ firma l’ultima opportunità del Teramo con deviazione sospetta in area di Vona. 

Prima della fine Arrigoni lascia il campo per uno scontro di gioco, dolorante al piede sinistro e sarà da capire se riuscirà ad essere a disposizione domenica prossima per la trasferta di Avellino, dove mancheranno sicuramente Ilari e Santoro, in diffida ed ammoniti. 

Teramo (4-4-2): Lewandowski 6,5; Piacentini 6,5, Soprano 6,5, Trasciani 6,5, Cappa 7; Ilari 6,5, Santoro 7,5, Arrigoni 7,5 (41’st Di Francesco), Costa Ferreira 6,5; Bombagi 7, Kyeremateng 7 (20’st Birligea 6). A disp.: Valentini, Furlan, Mungo, Pinzauti, Bellucci, Lombardi, Gerbi. All.: Paci. 

Bisceglie (4-4-2): Spurio 5; Priola 5,5 (15’st Tazza 6), Altobello 6, Vona 5,5, Giron 5,5; Sartore 6, Maimone 5,5 Cittadino 6 (30’st Zagaria sv), Mansour 6 (38’st Vitale sv);  Rocco 5 (15’st Cecconi 5), Makota 5 (30’st Pedrini sv). A disp.: Russo, De Marino, Ferrante, Gilli, Musso, Casella, Bassano. All.: Bucaro. 

Arbitro: Calzavara di Varese, 6.

Reti: 8’pt Bombagi; 6’st rig. Arrigoni. 

Note: ammoniti Ilari, Cappa, Santoro, Altobello, Vona, Zagaria; recuperi 2’ e 5’.

foto Teramo Calcio