Riscatto Roseto, la Liofilchem espugna la Bombonera di Montegranaro con un super Amoroso

SUTOR MONTEGRANARO – LIOFILCHEM ROSETO 76-80 (14-18; 20-19; 20-15; 22-28)

MONTEGRANARO: Edraoui n.e, Minoli 11, Riva 2, Torresi n.e, Angellotti n.e, Ciarpella 7, Gallizzi 21, Stanzani 6, Cipriani 16, Romanò 6, Bonfiglio 7. Coach Marco Ciarpella

ROSETO: Pedicone n.e, Valentini n.e, Di Emidio 8, Cocciaretto, Sebastianelli 9, Palmucci n.e, Ruggiero 8, Pastore 9, Amoroso 23, Nikolic 13, Serafini 10, Lucarelli n.e. Coach Tony Trullo

ARBITRI:  Chiarugi e Venturini

Note: tiri da due Montegranaro 19/32, Roseto 23/43. Tiri da tre 9/32, 7/16. Tiri liberi 11/18, 13/16. Rimbalzi 27 (16+11), 45 (30+15)

 

Pur dovendo fare a meno di Lucarelli (in panchina ad onor di firma), la Liofilchem Roseto rinasce alla Bombonera di Montegranaro, ritrovando il successo dopo 3 ko consecutivi e passando sul parquet della Sutor col risultato di 76-80.

Sugli scudi Valerio Amoroso (23 punti e 15 rimbalzi), bravo a tirare fuori le castagne dal fuoco nella seconda parte di gara, quando sembravano riaffacciarsi in casa biancazzurra i fantasmi delle ultime settimane; decisiva una bomba di Edoardo Di Emidio, fin lì autore di una prestazione piuttosto opaca.

Nel complesso, una buona prova corale della squadra di Trullo, che ha difeso con buona intensità ed ha dominato a rimbalzo.

Parte molto bene Roseto, a segno con Serafini in avvio. Sequela di errori da ambo le parti nei due minuti successivi. Sta per scoccare il terzo primo di gioco quando arriva la bomba di Gallizzi, che sblocca la Sutor; dall’altra parte però realizza ancora Serafini, che riporta avanti gli ospiti. Parità sul 6-6 dopo 5’. Serafini si conferma principale terminale offensivo rosetano nella frazione iniziale, realizzando 8 dei primi 10 punti di squadra.

La tripla di Pastore ed un canestro in contropiede di Di Emidio permettono alla Liofilchem di fuggire sul 6-15. Romanò prova a suonare la carica per i padroni di casa con un 2+1 ma Pastore pare ispirato e ribatte in sospensione. Cinque punti in fila di Cipriani consentono alla Sutor di assottigliare il divario e chiudere il periodo sul 14-18.

Il gran momento dei marchigiani prosegue e garantisce al quintetto di Ciarpella il sorpasso sul 19-18; i biancazzurri però rimettono la testa avanti con Amoroso che interrompe il 10-0 di parziale dei locali. Montegranaro +4 con una tripla di Bonfiglio. I lunghi rosetani riescono a catturare diversi rimbalzi offensivi senza essere capaci in più occasioni di farne tesoro.

Dopo essere andata sotto di cinque, la Liofilchem realizza con Nikolic ed accorcia sul 27-24 al 15’. Due liberi di Sebastianelli ed un nuovo timbro di Nikolic regalano il nuovo sorpasso alla Liofilchem, che va anche sul +3 con Amoroso. Segnano da tre Ciarpella e Sebastianelli. I ragazzi di Trullo conducono anche di cinque prima dell’intervallo ma si rientra negli spogliatoi sul 34-37. Serafini unico giocatore in doppia cifra a quota 10.

Due liberi di Ruggiero riportano sul +5 la Liofilchem, ma i padroni di casa sembrano essere rientrati in campo con rinnovato vigore, riuscendo prima ad impattare e poi a rimettere la testa avanti con la tripla di Bonfiglio del 44-41; una bomba di Ruggiero regala ancora una volta la parità agli ospiti. Al 25’ è la Sutor ad essere in vantaggio sul 48-44.

Roseto pecca di lucidità in questa fase, tornando a mostrare quelle pecche che l’hanno portato a perdere malamente le ultime tre gare; così quattro punti consecutivi di Gallizzi donano il +6 ai marchigiani. I ragazzi di Trullo si rimettono però a difendere meglio e con due canestri di Amoroso accorciano le distanze, costringendo Ciarpella a chiamare time-out sul 52-50 al 28’. Alla fine del terzo periodo i punti da amministrare per la Sutor sono sempre due: 54-52 al 30’.

Dopo il 2/2 di Gallizzi dalla lunetta, arriva la seconda bomba della gara per Fabio Sebastianelli a regalare a Roseto il -1. I biancazzurri trovano il pareggio con un’altra conclusione dalla lunga distanza, questa volta di Amoroso: Gallizzi però lo imita, per il 61-58 al 32’. Un minuto più tardi c’è il sorpasso della Liofilchem, grazie ad uno 0-5 firmato interamente da Nikolic. Continua a regnare l’equilibrio e le squadre superano il 35’ sul 65-67.

Rimangono due le lunghezze di vantaggio per gli ospiti a 3’dalla fine, con i due quintetti che rispondono colpo su colpo. Roseto affida diverse soluzioni offensive nelle mani di Amoroso, ottenendo il più delle volte esiti positivi. 73-74 a 1’20” dal termine e palla in mano per la Liofilchem. Dopo un errore di Amoroso, nuovo possesso in attacco per i biancazzurri che pescano il jolly con un siluro di Di Emidio da distanza siderale: 73-77 e time-out Sutor a 40”dalla conclusione.

Montegranaro spreca i 24”di possesso facendo confusione e non trovando nulla di proficuo: buon per i ragazzi di Trullo che nelle battute finali amministrano e portano a casa il successo per 76-80 nonostante il canestro conclusivo da tre punti di Cipriani.