Ciclocross, nuovo doppio trionfo abruzzese per Masciarelli e Realini ad Ancona

La stagione del ciclocross entra sempre più nel vivo ed è stata una domenica post-natalizia speciale, quella vissuta nelle Marche lo scorso 27 dicembre, che ha portato alcuni atleti abruzzesi a mettere in mostra le abilità e il bagaglio tecnico in una giornata da vero cross tra fango e freddo a Varano di Ancona.

Il Cross Ancona-Trofeo Le Velò, ha assunto valenza di carattere nazionale con la partecipazione di oltre 500 crossisti provenienti da quasi Italia, un appuntamento impreziosito dalla presenza di Fabio Aru della UAE Team Emirates che è tornato a cimentarsi in una gara di ciclocross, in attesa del nuovo cambio di casacca previsto nel 2021 con la maglia della Quebeka Assos.

A fare la voce grossa, ancora una volta, i due pescaresi Lorenzo Masciarelli (portacolori della formazione belga Callant-Pauwels, secondo in una prova di Coppa del Mondo a Tabor in Repubblica Ceca) e Gaia Realini (in forza alla compagine lombarda della Selle Italia Guerciotti, decima classificata agli Europei under 23).

Il figlio e nipote d’arte Masciarelli ha fatto sua la gara juniores davanti a Ettore Loconsolo (Team Bike Terenzi) e ad Edoardo Tagliapietra (Work Service).

Realini è riuscita ad avere la meglio su Alessia Bulleri (Cycling Cafè Racing Team) e la campionessa italiana juniores Lucia Bramati (Starcasino CX Team).

Tra i migliori piazzamenti ottenuti dagli altri atleti corregionali, Alessandro Micolucci dell’Amici della Bici Junior (14°tra gli esordienti), Stefano Masciarelli del Team Masciarelli-Costa dei Parchi (8°tra gli allievi primo anno), Nicolò Pizzi della Maniga Cycling Team (12°tra gli allievi primo anno) e Francesco Musilli del Pedale Rossoblu Truentum (20°tra gli allievi primo anno).

Molto bene anche i due atleti “emigrati” fuori Abruzzo: Luciano Camplone nono tra gli juniores (in forza al team laziale della Race Mountain Folcarelli) e Giada La Cioppa dodicesima tra le esordienti donne (in gara con la maglia della compagine lombarda della Cicli Fiorin).