Basket, Giulianova lotta ma Fabriano torna a casa con i 2 punti

Giulianova. Vincere una gara tirando solo 3 tiri liberi a fronte dei 25 in favore della Janus Fabriano, tirando da due punti con solo il 33% (16 su 48), vedendosi fischiare 23 falli contro 13 degli ospiti, sarebbe stata veramente un’impresa da raccontare ai posteri e la Globo Giulianova, nonostante il punteggio finale dica -14 (60-74), vicina all’impresa c’è andata veramente, molto più di quanto il punteggio finale non dica.

I ragazzi di coach Zanchi sono stati avanti nel punteggio fino al 30′ (52-51) e al 33′ erano ancora ampiamente in partita (54-59), prima di dover cedere i due punti in palio alla capoclassifica Fabriano, giunta con questa vittoria a cinque successi consecutivi. I giallorossi, penalizzati dalle cattive percentuali al tiro da due punti, hanno comunque tenuto ampiamente botta e impensierito non poco i quotati fabrianesi, usciti solo alla distanza grazie all’ottimo apporto di Garri (13 punti) e Paolin (13 punti). In casa Giulianova da segnalare i 12 punti di Cacace e i 13 di Tognacci, autore di un grande terzo periodo di gioco.

La gara partiva subito a mille all’ora. Giulianova nei primi tre attacchi segnava tre volte dalla lunga distanza volando subito sul 9-0 e creando non pochi problemi alla truppa di coach Pansa. Cacace e Panzini, entrambi con due triple, Di Carmine, con un tiro pesante, guidavano la Globo al +9 del 6:30 (15-6), prima che Fabriano, assestatasi con l’ingresso di Paolin iniziasse a macinare gioco. Il citato Paolin e Garri, si mettevano in proprio e in meno di 5′ Fabriano metteva a segno un contro parziale di 2-15 per il 17-21 di fine quarto.

Nei secondi 10′ Giulianova, se da un lato assestava la difesa, dall’altro continuava ad avere problemi con il tiro da 2 punti, restando ampiamente sotto il 30% di positività. Radonjic in casa Fabriano saliva in cattedra ma dall’altra parte Giulianova, trovando in Dron e Tognacci gli elementi su cui poggiare il gioco offensivo, rimaneva agganciata, andando al riposo sul -2 (31-33 al 20′).

Al ritorno in campo gli ospiti, con Merletto sugli scudi, provavano a dare la prima decisa spallata alla gara volando sul +9 del 25′ (36-45). La Globo non mollava di un centimetro e con un grande Tognacci, autore di 8 punti in fila, impattava sul 46-46, prima di chiudere i terzi dieci minuti di gara in vantaggio sul 52-51.

Nel quarto periodo salivano però in cattedra Garri e Paolin, autori di 13 punti in due, che davano il là alla fuga, questa volta decisiva di Fabriano. Giulianova faceva di tutto per riaprire la gara ma il canestro ospite era veramente stregato, costringendo i giallorossi a brutte percentuali al tiro. Fabriano al 35′ si portava sul +14 (54-67), controllando così il vantaggio fino al 60-74 che chiudeva la gara.

Giulia Basket Giulianova – Ristopro Fabriano 60-74 (17-21, 14-12, 21-18, 8-23)

Giulia Basket Giulianova: Federico Tognacci 13 (2/6, 3/3), Alberto Cacace 12 (3/6, 2/4), Lorenzo Panzini 9 (0/3, 3/4), Gianluca Di Carmine 9 (3/10, 1/1), Andrea Spera 6 (3/8, 0/1), Niccolò Lurini 5 (2/4, 0/2), Gabriel Dron 4 (2/5, 0/4), Matteo Tersillo 2 (1/1, 0/1), Iba koite Thiam 0 (0/4, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/1, 0/0), Federico Malatesta 0 (0/0, 0/0), Maurizio Cantarini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 1 / 3 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Lorenzo Panzini, Andrea Spera, Iba koite Thiam 7) – Assist: 13 (Lorenzo Panzini 4)

Ristopro Fabriano: Todor Radonjic 14 (3/5, 2/6), Francesco Paolin 13 (2/6, 1/4), Luca Garri 13 (1/8, 1/3), Daniele Merletto 12 (2/3, 2/2), Andrea Scanzi 9 (3/4, 1/2), Kurt Cassar 5 (2/2, 0/1), Francesco Papa 5 (1/3, 1/2), Gianmarco Gulini 3 (1/2, 0/2), Roberto Marulli 0 (0/0, 0/0), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0), Francesco Di paolo 0 (0/0, 0/0), Alessio Re 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 25 – Rimbalzi: 40 6 + 34 (Todor Radonjic 11) – Assist: 10 (Daniele Merletto 4)