-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Torneo delle Regioni: ecco il quadro delle finaliste

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 29 Marzo 2018 @ 20:26

Con la disputa delle semifinali, si è celebrato in Abruzzo il penultimo atto della 57^ edizione del Torneo delle Regioni #tdr2018.

 

Dopo cinque giorni di grande spettacolo, alle otto squadre finaliste nelle quattro categorie (Juniores, Allievi, Giovanissimi, Calcio femminile) non resta altro che compiere l’ultimo sforzo per tentare l’assalto decisivo al tricolore in palio nella classica manifestazione giovanile della Lega Nazionale Dilettanti.

 

La giornata di gare è stata a dir poco emozionante grazie anche ai tanti appassionati che hanno trasformato una festa dello sport in una vera e proprio Olimpiade del calcio di base. Tre incontri sono stati decisi ai rigori, altrettanti con un solo gol di scarto, segno del grande equilibrio che ha regnato in queste semifinali. Sono sette le Regioni ancora in corsa nel torneo, la Sicilia è l’unica con due Rappresentative, nei Giovanissimi e nel Femminile.

 

 

La finale Juniores chiuderà la manifestazione sabato 31 marzo alle 15.00 allo stadio Gran Sasso D’Italia de L’Aquila, si troveranno di fronte Friuli Venezia Giulia e Marche. La squadra di Roberto Bortolussi non arrivava così lontano dal 2003 ed è ad un passo dalla storia: non vince il titolo dal 1984. Per le Marche è un appuntamento della stessa portata, l’unica edizione vinta risale al 1981, dal quell’anno non è mai riuscita ad arrivare in finale.

 

 

Nei Giovanissimi saranno Lazio e Sicilia a giocarsi il titolo domani alle 14.30 allo stadio “Bonolis” di Teramo. Il Lazio riesce e centrare la sua terza finale consecutiva e spera in un epilogo diverso, che non sia quello delle ultime due sconfitte proprio sulla linea del traguardo. La Sicilia compie un passo storico tornando a giocarsi il titolo vinto solo una volta nel 1997.

 

Non raggiungeva la finale dal 2008. Alle Marche non basta la quinta rete di Galante ma può rinfrancarsi per aver raggiunto la semifinale dopo sette anni. Il piemontese Emmanuello segna il terzo gol nel torneo ma non basta per portare i suoi all’atto finale.

 

 

Toscana e Veneto si contenderanno il trofeo Allievi domani alle 16.30 allo stadio “Bonolis” di Teramo. La Toscana infrange il sortilegio che l’ha vista fermarsi negli ultimi tre anni sempre in semifinale. Il Veneto dopo solo un’edizione torna giocarsi il titolo vinto nel 2016. La Sicilia è arrivata a un soffio da quella finale che cerca ormai da dieci anni. L’Abruzzo, tornato tra le prime quattro d’Italia dopo tre edizioni, non potrà riprendersi quel titolo vinto nel 2014.

 

 

Sabato 31 marzo alle 10.30 allo stadio Gran Sasso d’Italia de L’Aquila Lombardia e Sicilia si contenderanno il trofeo della categoria femminile, due Regioni che vivranno l’atto finale con storie diametralmente opposte. La Sicilia si gioca per la prima volta un titolo che non ha mai vinto. La Lombardia che ha già in bacheca otto trofei, può vincerne un altro a soli due anni di distanza. Tra le lombarde ancora a segno Ronca e Zangari salite a quota tre centri nel torneo. Il Veneto non potrà riprendersi il trofeo conquistato nel 2015, il Piemonte VdA rinvia l’appuntamento con la finale che manca dal 2013.

 

 

 

JUNIORES. Al “Pavone” di Torre de Passeri sono i rigori a decidere la semifinale Juniores tra Marche ed Emilia Romagna dopo l’1-1 sancito dai 90’ regolamentari di una gara intensa e piacevole. Vittoria alla selezione marchigiana grazie ad un numero uno tra i pali che ha letteralmente ipnotizzato gli avversari. Durante il match, soprattutto nella prima frazione, non si erano registrate occasioni limpide ad eccezione, nel finale, di un’azione rimpallata in area sugli sviluppi di un corner battuto dall’Emilia Romagna.

 

L’equilibrio si rompe al 10’ della ripresa: buco sul settore di destra, Razzoli appoggia per Nisi che di piatto sinistro la mette dentro per il vantaggio dell’Emilia Romagna.

 

Il raddoppio viene “bruciato” in contropiede con Razzoli che non vede Jassay tutto solo sulla destra. Le Marche comunque reagiscono e si rendono pericolose su palla inattiva: prima è Stambolliu a staccare tutto solo sul secondo palo mancando incredibilmente lo specchio di porta, poi al 27’ st, sempre da angolo battuto da Tizi, Sulejmani è il più lesto in mischia siglando il pari.

 

Prima del termine dei tempi regolamentari l’Emilia Romagna ha anche avuto sui piedi di Razzoli l’opportunità di assestare il colpo del ko ma salva tutto Magi Galuzzi con un intervento in scivolata. Ai calci di rigore Ducci blocca i tentativi di Manuzzi e Jassay. Sbaglia dal dischetto anche Sulejmani, ma è l’errore finale di Nisi a condannare l’Emilia Romagna aprendo alla festa marchigiana.

 

Interessante anche l’altra semifinale vinta, a Francavilla, dal Friuli Venezia Giulia con un secco 3-0 sui padroni di casa dell’Abruzzo. Al Friuli V.G, dopo un avvio pimpante e propositivo, bastano ventidue minuti di gioco per sbloccare la partita: sfortunato autogol di D’intino, che per anticipare un attaccante avversario insacca nella sua porta.

Torneo delle Regioni: ecco il quadro delle finaliste

Il primo tempo si chiude sull’1-0. L’Abruzzo al rientro in campo per i secondi 45’ non punge più di tanto e dopo solo 4 minuti incassa il raddoppio ospite con Lucheo su calcio di rigore. Un gol che taglia le gambe ad un Abruzzo che al 58’, ancora con Lucheo, vero gioiellino friulano, subisce il tris con un delizioso pallonetto. Ora la 57^ edizione del Torneo delle Regioni, per la categoria Juniores, andrà sulla bacheca delle Marche o del Friuli Venezia Giulia.

 

 

ALLIEVI. Toscana e Veneto si contenderanno il trofeo Allievi domani alle 16.30 allo stadio “Bonolis” di Teramo. Le squadre sono arrivate all’ultimo atto in modo diametralmente opposto.

 

ABRUZZO-VENETO 0-3 – La squadra di Giorgio Molon archivia la finale dopo 42’ grazie alla doppietta di Filippo Fassina (13’pt e 2’st). Tra i due centri veneti l’Abruzzo non crea pericoli. Il secondo tempo è un monologo del Veneto che cala il tris al 32’ con Fiabene fissando il risultato finale su 3-1.

 

SICILIA-TOSCANA 7-8 dcr (1-1) cocente delusione per la squadra di Calogero Mulè andata in vantaggio con Giovanni Leonardi in apertura di ripresa dopo aver sfiorato più volte la prima rete già nel primo tempo. La Toscana si getta in avanti alla ricerca del pareggio e lo accarezza con Parrini. Gli ultimi minuti della gara stravolgono le sorti del match. Il siciliano Danilo Moceri sfiora il raddoppio colpendo il palo. A pochi istanti dal fischio finale il portiere Alessandro Noto, impeccabile fin lì, esce a valanga su un avversario provocando il rigore che Crini trasforma con freddezza. La gara si decide dagli undici metri, una serie infinita che sorride alla Toscana.

 

 

GIOVANISSIMI. Lazio-Sicilia sarà l’ultimo atto nella categoria Giovanissimi del Torneo delle Regioni. L’esito delle due semifinali andate in scena quest’oggi a Torre de Passeri e Martinsicuro è dunque una finale del tutto inedita nella storia di questa manifestazione.

Domani le due rappresentative si sfideranno allo stadio “Bonolis” di Teramo, calcio d’inizio alle 14.30.

 

MARCHE LAZIO 1-2 – La formazione di Pesci sfiora il vantaggio al 20’ con Muhammad Schuan, salva sulla linea un difensore avversario, ma lo trova poco più tardi con lo sfortunato autogol di Dori. Nella ripresa la rappresentativa laziale trova il raddoppio con Capotosti, servito da Muhammad Schuan, ma i marchigiani riescono ad accorciare quasi subito col quinto centro di Galante.

 

PIEMONTE VdA-SICILIA 1-2 – Vittoria in rimonta per i ragazzi di Sanfratello che dopo soli 5’ incassano il gol di Emmanuello e rischiano di subirne un altro. Al 17’ Lo Presti riporta la gara in equilibrio, mentre Alesi firma il sorpasso in apertura di ripresa.

 

FEMMINILE. Sabato 31 marzo alle 10.30 allo stadio Gran Sasso D’Italia Lombardia e Sicilia si contenderanno il trofeo della categoria femminile, due Regioni che vivranno l’atto finale con storie diametralmente opposte.

 

SICILIA-PIEMONTE VdA 7-6 dcr (3-3) una partita emozionante con le due squadre a rincorrersi per tutto il match. Al 13’ la Olivieri sfrutta una disattenzione della difesa avversaria e segna il vantaggio per la Sicilia. Il Piemonte reagisce con veemenza e al 18’ su rigore Barbieri firma il pari. Le piemontesi insistono sfiorando il raddoppio con Favole e Barbieri e trovano il vantaggio allo scadere della prima frazione con Gilli.

In apertura di ripresa Barbieri segna la doppietta personale e il tris per la sua squadra con un gol da attaccante di razza. Sembra finita e invece la Sicilia si rimbocca le maniche e risale la china metro dopo metro. Al 18’ Cancilla trasforma il rigore. A 5’ dal termine del match la Olivieri compie un prodigio riportando la gara sul pari. La gara si decide ai rigori, due errori per il Piemonte, uno solo per la Sicilia che accede alla finale.

 

LOMBARDIA-VENETO 4-2 Pioggia di gol nella semifinale del torneo U23 Femminile tra Lombardia e Veneto. Le lombarde prendono subito in mano il pallino del gioco e sbloccano il punteggio al 9′ con il beffardo tiro-cross di Zangari, reso imparabile dal vento che soffia forte sullo stadio di Sambuceto.

Dopo un palo colpito da Polloni, la Lombardia trova il raddoppio al 16′ grazie a Ronca, che conclude una rapida ripartenza fulminando l’estremo avversario Nicola. Il Veneto prova a riorganizzarsi con i cambi ma l’azione più pericolosa della squadra di Maurizio Semenzato resta un auto-palo colto dalla stessa difesa della Lombardia, mentre dall’altra parte del campo Nicola deve opporsi in almeno due circostanze alla pericolosissima Mauri.

 

Al 5′ della ripresa il tris lombardo di Giudici (pregevole conclusione da fuori) che sembra chiudere la contesa. Nemmeno un giro di orologio e il Veneto accorcia le distanze con un bel pallonetto di Basso, infortunatasi nell’occasione. Non succede più nulla per una buona mezz’ora, poi un erroraccio con i piedi del portiere lombardo Mazzon spiana la strada a Mastel per il punto del 3-2. Al 36′ il Veneto si fa male da solo con l’autogol di Bortolato che fissa il punteggio sul 4-2. Lombardia in finale.

 

RISULTATI

 

28 marzo – quarti di finale

 

JUNIORES

 

Friuli Venezia Giulia-Piemonte VdA 4-2

 

Abruzzo-CPA Bolzano 3-0 a tav.

 

Umbria-Marche 4-5 dcr (1-1)

 

Emilia Romagna-Liguria 3-1

 

 

 

ALLIEVI

 

Sicilia- Liguria 2-1

 

Toscana-Emilia Romagna 2-0

 

Abruzzo-Lombardia 2-0

 

Veneto-Calabria 1-0

 

 

 

GIOVANISSIMI

 

Marche-Lombardia 1-0

 

Lazio-Puglia 5-3 dcr (1-1)

 

Umbria-Piemonte VdA 4-5 dcr (1-1)

 

Sicilia-Veneto 6-4 dcr (1-1)

 

 

 

FEMMINILE

 

Lombardia-CPA Trento 1-0

 

Toscana-Piemonte VdA 3-5 dcr (1-1)

 

Sicilia-Liguria 3-1

 

Veneto-Campania 2-0

 

 

 

29 marzo – Semifinali

 

JUNIORES (ore 16.30)

 

Friuli Venezia Giulia-Abruzzo 3-0

 

Marche-Emilia Romagna 4-3 dcr (1-1)

 

 

 

ALLIEVI

 

Sicilia-Toscana 7-8 dcr (1-1)

 

Abruzzo-Veneto 0-3

 

GIOVANISSIMI

 

Marche-Lazio 1-2

 

Piemonte VdA-Sicilia 1-2

 

FEMMINILE

 

Lombardia-Veneto 4-2

 

Sicilia-Piemonte VdA 7-6 dcr (3-3)

 

 

 

IL PROGRAMMA

 

30 marzo – finali

 

ALLIEVI (ore 16.30)

 

Toscana-Veneto (Teramo – Bonolis)

 

GIOVANISSIMI (ore 14.30)

 

Lazio-Sicilia (Teramo – Bonolis)

 

 

 

31 marzo – finali

 

JUNIORES (15.00)

 

Friuli Venezia Giulia-Marche (Gran Sasso D’Italia – L’Aquila)

 

FEMMINILE (ore 10.30)

 

Lombardia-Sicilia (Gran Sasso D’Italia – L’Aquila)

 

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate