Serie D, il Giulianova ci prova, ma al Fadini vince il Castefidardo (2-3) VIDEO

Real Giulianova (3-5-2): Calzetta, Ancinelli, Tipaldi, Caso, D’Anna, Battilana, Antonelli (26’ pt D’Antonio), De Cerchio, Celin, Fossati (21’ st Cipriani), Paudice (38’ st Forcini) Amadio, Kuqi, Ferrini, Caterino, Demoleon, Mariani Allenatore: Bitetto

 

Castelfidardo (4-3-1-2): David, Santangelo, Mataloni, Di Dio, Puca, Zeetti, Cusimano, Fermani (38’ st Concione), Perpepaj, Giampaolo (26’ st Monachesi), Braconi A disposizione: Sprecace, Rinaldi, Braccitelli, Mancini, Rossigni, Cardinali Allenatore: Lauro

Arbitro:Petrov (sezione di Roma 2) Assistenti:Jordan (sezione di Firenza) e Riannetti (sezione di Valdarno)

Marcatori: 45’ pt e 3’ st Giampaolo, 19’ st Paudice (rig.), 24 st Puca, 48’ st D’Antonio Ammoniti: Paudice, Ancinelli (RG) Giampaolo, Corcione (C) Espulsi: nessuno

Note: recupero 1’ pt 3’ st, angoli 4-6 per il Castelfidardo

 

Giulianova. Rispetto a quello fino a quanto prodotto fino ad ora al Fadini, che continua ad essere terra di conquista, il Giulianova un passo deciso in avanti lo compie. Arrivano i primi gol interni, due, ma si materializza una sconfitta, la sesta in sette apparizioni casalinghe, che certifica il momento difficile e complicato della squadra ora affidata alle cure di Bitetto. A incassare l’intera posta in palio è il Castelfidardo: complesso giovane ma che mostra il giusto grado di cinismo.

 

Lo stesso non può dirsi per il Giulianova, sì rimaneggiato, sì ancora in costruzione, ma che nel corso della prima frazione avrebbe meritato ben altro dividendo. E invece sono gli ospiti a chiudere il primo tempo in vantaggio. Eppure, dopo un buon approccio degli ospiti: dopo 50 secondi Calzetta deve arrangiarsi come può sulla stoccata di Braconi, è la squadra di Bitetto a farsi preferire. Il 3-5-2 giallorosso fa dell’aggressività un fattore importante. La produzione offensiva giuliese si apre al 12’: De Cerchio nel corridoio mette Paudice a tu per tu con David che salva di piede. La partita è comunque gradevole sul piano del ritmo e giallorossi, progressivamente, prendono campo. Alla mezzora angolo di Battilana, Caso (schierato come centrale di difesa), non riesce ad impattare la sfera.

 

Ancora Giulianova al 34’: Paudice allarga per De Cerchio: il destro a giro è largo di un nulla. Un minuto più tardi il match si anima con il contatto in area tra Celin Padovani e Puca. Il 9 di casa va giù, ma il direttore di gara fa proseguire. Il ritmo della squadra di Bitetto porta in dote un’altra opportunità con Paudice, che però è troppo lezioso e impreciso nella conclusione. Prima della pausa, quasi a sorpresa gli uomini di Lauro trovano il vantaggio con il tocco sotto misura di Giampaolo. Al rientro il campo il percorso giallorosso si complica ulteriormente. Caso in fase di chiusura si fa soffiare la sfera: Perpepaj assiste il lontano Giampaolo che mette dentro. Partita finita? Non proprio. Il Giulianova prova con le armi del carattere a rientrare in partita e lo fa al 19’ con Paudice che si guadagna il rigore prima e poi lo trasforma poi.

 

L’illusione dura poco, perchè, cinque minuti più tardi, sempre su azione d’angolo, Puca mette dentro. Il gol sembra far scendere quasi i titoli di coda sul match, perché gli uomini di Bitetto accusano il colpo. Il Castelfidardo mette in brividi con un paio di ripartenze in campo aperto. Poi prima del gong D’Antonio trova lo spiraglio per la conclusione vincente. Ma oramai non c’è più tempo e per il Giulianova la strada resta decisamente molto irta.