Il teramano Giacomo D’Ignazio è il nuovo presidente della Fira

Il professionista teramano Giacomo D’Ignazio è il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione della Finanziaria Regionale Abruzzese (Fira Spa): lo ha nominato l’assemblea dei soci nella riunione di oggi.

 

D’Ignazio, in quota alla Lega, guiderà la società in house della Regione Abruzzo insieme con gli attuali consiglieri Concetta Di Luzio e Nicola D’Ippolito. Il neo presidente sostituisce l’uscente Alessandro Felizzi, dimessosi nei mesi scorsi in vista della scadenza del mandato: rimarrà in carica per tre anni. Nei prossimi mesi, dopo l’approvazione del bilancio,  verrà rinnovato il resto del Cda.

Soddisfatto D’Ignazio: “Sono molto onorato di rivestire questo prestigioso ruolo e lavorerò rigorosamente per portare avanti tutti gli impegni con responsabilità. Ringrazio per la fiducia il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, l’Assessore Daniele D’Amario, l’Assessore con delega alle Società Partecipate Guido Liris e il presidente della Commissione Sviluppo Economico Emiliano Di Matteo – continua -. La Fira è il braccio operativo della Regione Abruzzo e, in quanto tale, deve rappresentare un punto di riferimento per le imprese e i professionisti del nostro territorio che, soprattutto a seguito della grave crisi economica generata dal Covid19, hanno ancora più bisogno di sostegno e di progetti concreti per la loro ripartenza.

 

Sarà, a tal fine, indispensabile sviluppare collaborazioni strategiche e rafforzare le sinergie con il mondo produttivo, con le associazioni di categoria e con il settore bancario per trovare le giuste risposte alle esigenze della nostra regione. La Fira, inoltre, continuerà a garantire supporto agli uffici regionali, a proporre nuovi strumenti finanziari e a gestire quelli in essere”.

L’assessore alla Attività produttive e al turismo D’Amario, nel corso dell’assemblea, ha sottolineato “il ruolo strategico della Fira per lo sviluppo economico della Regione”, ricordando gli obiettivi da raggiungere nei prossimi mesi: “La Fira è dotata di una struttura snella, competente ed efficiente, in grado sia di offrire un valido e tempestivo supporto alla Regione nella gestione di agevolazioni pubbliche, sia di ideare e attuare strumenti finanziari e azioni a sostegno delle imprese. Strumenti finanziari che in questo particolare periodo di crisi sono indispensabili per dare ossigeno e quindi liquidità alle imprese. È necessario, quindi, lavorare affinchè essa rivesta un ruolo strategico all’interno del sistema economico-finanziario abruzzese, anche tramite il processo di fusione per incorporazione con Abruzzo Sviluppo”.