Breve irruzione di aria fredda sul versante Adriatico. Raffiche di vento e mareggiate in Abruzzo

Il Centro funzionale d’Abruzzo ha diffuso un bollettino di allerta meteo a partire da martedì 4 febbraio e per le successive 24-36 ore. Si prevedono venti da forti a burrasca nel versante nord-occidentale, sui rilievi di Lazio, Abruzzo e Molise.

 

In estensione dal pomeriggio sui settori costieri, con raffiche di vento da nord. Possibili mareggiare sulle coste.

Dopo il weekend della Candelora anche l’avvio della nuova settimana sarà caratterizzato dalla presenza di un vasto anticiclone alimentato da miti correnti di origine nordafricana. Sarà la stabilità a prevalere su buona parte d’Italia con temperature superiori alla norma almeno fino a martedì, con massime vicine ai 20 C°. Poi però qualcosa sembra destinato a cambiare.

Si tratterà di un’irruzione di aria molto fredda di matrice polare che porterà condizioni più instabili anche sulle regioni adriatiche dove i fenomeni potranno assumere carattere nevoso a quote collinari o localmente inferiori. Le temperature continuerebbero a scendere con valori medi che perderebbero anche più di 10°C rispetto ai primi giorni della settimana.

Secondo gli esperti meteorologi da venerdì e per tutto il successivo weekend l’alta pressione dovrebbe poi tornare protagonista regalando maggiore stabilità atmosferica e sole.