Acerbo, l’emendamento Romito è solo “surgelato”. Il commento

A bocce ferme, dopo l’approvazione del bilancio della Regione, l’ex consigliere regionale Maurizio Acerbo parla dell’emendamento Romito: il provvedimento, poi ritirato, che finanziava con 1milione di euro quello che è una sorta di campus.

 

“Nulla contro lo chef ma era assolutamente ingiustificabile l’idea di finanziare con un emendamento ad personam, al di fuori di qualsiasi bando e programmazione, un’iniziativa imprenditoriale privata”, commenta Acerbo.

“E’ emerso ancora una volta che la politica abruzzese si muove per spot senza capacità progettuali per il nostro territorio. Dare soldi a uno chef famoso è facile, mentre sostenere le nostre scuole alberghiere e le nostre università pubbliche fa meno notizia.

Comunque la marcia indietro è per ora solo tattica: Purtroppo anche l’opposizione non ha escluso il finanziamento chiedendo semplicemente di estenderlo anche ad altri, mentre la destra si ripromette di avanzare di nuovo la proposta nell’anno che viene.

Insomma il regalo a Romito è solo surgelato, come le bombe prodotte a Treviso e vendute a Pescara.

Intanto però chiudiamo l’anno con una polemica sui social che ha prodotto un risultato positivo”.