Tortoreto, immigrazione e accoglienza: la protesta di CasaPound

Ultimo Aggiornamento: sabato, 15 Settembre 2018 @ 20:27

Tortoreto. CasaPound contro le iniziative organizzate a Tortoreto sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione.

 

In una dura nota, infatti, Roberto Monardi referente provinciale del movimento, esprime perplessità sulle varie iniziative, ribadendo la contrarietà alle politiche in tema di accoglienza.

 

“Al di là della missione in Angola, che dovrebbe prefiggersi lo scopo di dare un futuro alle popolazioni locali – spiega Roberto Monardi, non si può ammettere che si rimestoli l’argomento di una fantomatica integrazione ed inclusione di immigrati escludendo chi, per primo, ha diritto ad azioni ed investimenti sul territorio, ovvero gli Italiani”

 

Critiche all’operato delle coperative GUS e Figlie delle Stelle.

 

 

“Se queste Cooperative avessero veramente come intento primario la solidarietà – continua Monardi – dovrebbero investire sul territorio a favore degli italiani senza lavoro e casa, ma così non hanno mai fatto, a discapito dei 5 milioni di italiani in povertà. In questo sono anche  agevolate dai Comuni – come quello di Martinsicuro – che ha stipulato una convenzione con la coop Figli delle stelle per far svolgere i lavori  socialmente utili agli “ospiti” della coop.

 

Il Comune di Tortoreto farà lo stesso, preferendo lo sfruttamento di una manodopera più o meno gratis alla doverosa ricollocazione dei cittadini italiani. L’odierna ondata di immigrazione è il risultato di una chiara volontà di creare una nuova forma di schiavismo – conclude Monardi – cui CasaPound Italia non darà mai né il proprio benestare né la propria muta accondiscendenza”.