Teramo, gruppo di lavoro per Tom Di Paolantonio: gli obiettivi

Ultimo Aggiornamento: sabato, 31 Luglio 2021 @ 14:01

Il 29 Luglio presso la sede della CGIL di Teramo si è insediato un primo gruppo di lavoro con l’obiettivo di celebrare il centenario della nascita di Luigi Di Paolantonio detto “Tom”, “grande dirigente sindacale e politico protagonista delle lotte e della crescita sociale, civile ed economica di questa provincia dall’immediato dopoguerra fino ai primi anni 70”.

Erano presenti, oltre al segretario provinciale della CGIL Giovanni Timoteo, Andrea Core assessore alla cultura del Comune di Teramo, Sandro Melarangelo valente artista teramano che con la sua pittura ha più volte “raccontato” le vicende sociali e le lotte operaie del territorio, Giuliana Valente protagonista nella provincia, a partire dalla Resistenza,  di un lungo e forte impegno politico e sociale a difesa dei diritti delle donne e dei più deboli, Gigi Ponziani storico dell’età moderna contemporanea ed ex direttore della biblioteca Delfico di Teramo, Stefania Misticoni  presidente della Fondazione Abruzzo Riforme che detiene la documentazione storica del PCI – PDS regionale, Giovanna Zippilli ex-dirigente sindacale regionale e provinciale, Ariberto Grifoni studioso appassionato della figura di Di Paolantonio e Luca Scarpantoni, nipote di Tom Di Paolantonio, in rappresentanza della famiglia.

Nel dibattito tutti, nel fornire la loro disponibilità, hanno convenuto sull’opportunità di intraprendere delle iniziative per ricordare Tom Di Paolantonio. Partendo da queste considerazioni si è convenuto di ritrovarsi ai primi di Settembre con questi obiettivi: aprire il comitato a quanti possono fornire un contributo concreto e vogliono impegnarsi in tal senso; programmare, per il 2021, una specifica iniziativa nella quale ricordare l’uomo, il politico, il sindacalista attraverso riflessioni, documenti  e testimonianze; rSchermata-2021-05-08-alle-14.37.41edigere un progetto con l’obbiettivo di approfondire e raccontare compiutamente il pensiero e l’iniziativa di Tom Di Paolantonio, confrontando quell’esperienza con le vicende del nostro tempo.