Teramo, +Europa si scioglie e Carginari entra nel gruppo misto

Teramo. Per evitare “inutili incomprensioni”, il consigliere comunale di +Europa, Emiliano Carginari, puntualizza alcune cose prima di annunciare lo scioglimento del gruppo consigliare e il suo passaggio al gruppo misto.

“Con il passare del tempo ho dovuto constatare – mio malgrado – che il leggero ottimismo sullo sviluppo progettuale e politico di +Europa, che circa un anno e mezzo fa mi ha portato alla composizione del gruppo consiliare insieme alla consigliera De Santis, si è ridotto ad una semplice appartenenza all’interno di un contenitore politico. A livello locale, l’assenza di confronto e dialogo con il riferimento in amministrazione – indebitamente e/o erroneamente accreditato per intero al gruppo consigliare +Europa – ha evidenziato ancor di più la mia difficoltà a rappresentare una entità priva di indirizzo e confronto politico. Comprensibile la difficoltà di intercettare una linea nazionale… del tutto incomprensibile ciò accada anche a livello locale dove le progettualità si presume siano di più ampio spazio proiettate nello specifico delle necessità del tessuto locale che si rappresenta”.

“Essere solo strumento di rappresentanza o a sistema di qualcosa tantomeno a sola garanzia di qualcuno di certo non rientra nelle mie umili caratteristiche”, precisa Carginari nella nota. “Ho già rappresentato – per correttezza – al sindaco di Teramo questa mia sofferenza politica e mi appresterò domani in occasione del consiglio comunale a comunicare formalmente lo scioglimento del gruppo consiliare di +Europa con il conseguente mio ingresso al gruppo misto. Sarà sicuramente una posizione che mi garantirà e mi permetterà assumere con piena responsabilità tutti gli oneri e onori connessi al mio impegno politico”.

“Chiaramente”, conclude il consigliere Carginari, “trattasi solo ed esclusivamente di una posizione politica che nulla ha a che fare con i rapporti all’interno della maggioranza che seguiranno ad essere per quel che mi riguarda inalterati e coerenti con la posizione assunta alcuni mesi orsono”