Teramo, Corona: “Ufficio anagrafe inefficiente per incapacità del Comune”

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 19 Maggio 2021 @ 13:44

Teramo. “Oramai da anni, come è noto, l’Ufficio Anagrafe del Comune si trova in una situazione precaria di inefficienza cronica, eppure da mesi l’Assessore competente racconta la favola del “tutto va bene madama la Marchesa””. A dirlo il consigliere comunale Luca Corona.

“Dopo aver verificato ripetute volte personalmente e tramite altri cittadini che il numero di telefono dedicato squilla a vuoto e lascia i cittadini abbandonati a se stessi, dopo aver verificato che la casella email dedicata viene sistematicamente fatta oggetto di numerose richieste, le quali o restano inevase oppure ricevono riscontro dopo settimane. È vietato presentarsi fisicamente in Ufficio e i fortunati che riescono a prendere appuntamento vengono rimandati a due o tre mesi dopo la richiesta, creando disagi enormi per coloro che necessitano di certificati oppure di rinnovare la carta d’identità. La “App” dedicata si rivela oggettivamente non funzionante, nonostante numerosi tentativi sperimentati dal sottoscritto e da altri residenti, tanto che lo stesso Assessore ha dovuto ammettere che la fruizione delle piattaforme è un flop sin dall’inizio del 2021”.

E ancora: “Il vergognoso rinvio alle carenze di personale – dopo tre anni di gestione dell’attuale Maggioranza – ha superato il ridicolo, intanto perché il personale c’è ed è anzi più che sufficiente rispetto al numero dei dipendenti medi dei Comuni della provincia, nei quali disservizi del genere non si verificano; in secondo luogo perché si sarebbe potuto in brevissimo tempo utilizzare la mobilità in entrata da altri Enti pubblici, oppure sfruttare graduatorie di concorsi già svolti da Enti vicini, oppure ancora utilizzare il tempo determinato ed altre forme di contratti temporanei per sopperire a qualsivoglia esigenza (al di là dei concorsi ordinari, pure consentiti ma mai svolti)”.

“Se tutto ciò non è stato fatto”, conclude Corona, “è solo e soltanto per incapacità manifesta della Giunta comunale la quale, vorrei ricordare, per legge ha a disposizione un mandato di 5 anni, non uno di 50 anni come alcune volte sembra di capire dalle dichiarazioni futuribili degli Amministratori, per cui non consentiremo che si arrivi fra breve alla campagna elettorale con le solite scuse che non hanno alcun fondamento. Il Sindaco ripete in ogni sede che l’organizzazione amministrativa sia perfettamente efficientata, ma la realtà si incarica di sbugiardarlo con i fatti, per questo occorre ripristinare al più presto la funzionalità dell’Ufficio Anagrafe, anche e soprattutto in presenza, perché si tratta di un servizio essenziale che incide sull’autonomia delle persone e sull’esercizio dei loro diritti, in special modo le categorie deboli, svantaggiate e anziane che hanno difficoltà con gli strumenti informatici oppure non hanno proprio accesso al collegamento internet per poter dialogare con il Comune”.