Roseto, M5S a sostegno dei ristoratori e punta il dito contro Renzi e Marsilio

Roseto. “Noi siamo dalla parte dei ristoratori di Roseto che hanno rispettosamente fatto sentire le loro voci con la manifestazione ‘Roseto riapre’ perché lo scenario è drammatico”.

Lo ha dichiarato Luigi Talamonti, coordinatore del Movimento 5 Stelle Roseto, spiegando che “l’Abruzzo a causa della pessima gestione Marsilio è stata la regione più penalizzata d’Italia, in quanto le attività sono rimaste chiuse quasi ininterrottamente da novembre. Poi a gennaio la folle crisi di Renzi, e ora con il Ministero dello sviluppo economico in mano alla destra non si vede l’ombra di un credibile piano di supporto economico per i nostri piccoli imprenditori. Per non parlare degli aiuti regionali che sarebbero dovuti arrivare già un anno fa ma non si sa che fine abbiano fatto. Ora l’impegno di tutti deve essere profuso per sostenerli”.

“Lo scorso anno – aggiunge – senza neanche l’arma dei vaccini di questi tempi erano già state programmate fase 2 e 3 della ripartenza e si cominciava veramente a vedere uno spiraglio in fondo al tunnel della crisi. Oggi si va molto più lentamente e dal 26 aprile saranno consentite solo le attività all’aperto e fino ad una certa ora, quindi noi chiediamo al Comune di concedere alle attività chiuse (ristoranti ma anche palestre) tutto lo spazio possibile sfruttando parchi, marciapiedi, strade, così tutti potremmo sostenerli concretamente. Sarebbe bello già vedere anche spettacoli all’aperto perché abbiamo tutti bisogno di arte e positività”.

“Nel contempo vanno intensificati i controlli sul territorio perché tutti devono rispettare i protocolli sanitari e non deve accadere che chi rispetta le regole paghi per chi non lo fa. Noi del Movimento 5 Stelle confidiamo nel futuro e nella forza della nostra città, che saprà risollevarsi, anche da sola”, conclude Talamonti.