-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto, Ciancaione: ‘amministrazione non fa nulla sulla vulnerabilità sismica delle scuole’

Ultimo Aggiornamento: sabato, 7 Aprile 2018 @ 23:03

Roseto. “Le schede di vulnerabilità sismica per le scuole rosetane sono ancora in alto mare, perché solo per le scuole di Via Manzoni, di Via Veronese e di Via Puglie è stato dato l’incarico per la redazione”.

 

Così esordisce la Capogruppo di Liberi e Uguali, Rosaria Ciancaione, “eppure Il 23 marzo scorso la Giunta Di Girolamo ha approvato la delibera n. 89 nel cui allegato si legge che Il territorio comunale presenta crescenti fragilità dovute …ai frequenti eventi sismici che interessano l’ambito comunale e che la sicurezza può essere garantita conoscendo i rischi del territorio in cui si vive, sapendo qual è il livello di allerta e i comportamenti da adottare in caso di emergenza”

“Mi stupisce – continua la capogruppo – leggere una proposta progettuale in tal senso e poi vedere che per la sicurezza nelle scuole si continua a non affrontare la situazione, tanto che sul bilancio c’è stato il voto contrario di LeU soprattutto perché nulla è stato previsto in proposito. Eppure la Sentenza della Corte di Cassazione depositata in data 8 gennaio 2018 ha affermato che le scuole a rischio sismico anche molto basso vanno chiuse e gli amministratori che non lo fanno rischiano di essere accusati di omissione di atti di ufficio. Ora, perfino un atto deliberativo che sancisce la piena consapevolezza da parte dell’amministrazione Di Girolamo delle crescenti criticità dovute agli eventi sismici che interessano anche la nostra Città ma, stranamente, nessuna conseguente azione per mettere le scuole in sicurezza a partire dalla redazione delle schede 1 e 2 di vulnerabilità sismica”.

“A Roseto – aggiunge il Coordinatore politico provinciale del Movimento, Stefano Alessiani – la nostra capogruppo, insieme a tutto il movimento, sulla questione della vulnerabilità sismica, ha fatto un lavoro egregio, di stimolo e di denuncia continui, come per tutte le altre proposte e problematiche rappresentate sul territorio e in consiglio comunale. Occorre continuare su questa strada e, per quanto attiene le scuole, l’amministrazione comunale rosetana, senza ulteriori esitazioni, deve far certificare il grado di resistenza delle strutture scolastiche ad un eventuale sisma e pianificare gli interventi manutentivi a breve, medio e lungo termine, definendo i progetti di consolidamento”.

“Le risorse – gli fa eco la capogruppo – si spendono, invece, per fare assunzioni che, in parte, potrebbero essere spostate al prossimo anno, ma, non si impiegano per garantire ai nostri bambini di frequentare una scuola che sia collocata in una struttura sicura”.

“E’ passato quasi un anno e mezzo dall’approvazione all’unanimità della nostra mozione, nel frattempo si è pronunciata anche la Cassazione per una scuola del Grossetano con indice quasi al 100 per cento; la Giunta ora dice che il territorio comunale presenta crescenti fragilità dovute ai frequenti eventi sismici, ma – conclude Ciancaione – per la vulnerabilità sismica delle scuole rosetane tutto rimane fermo ed è, a dir poco, avvilente”

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,934FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate