Giulianova, Monumento ai caduti del mare: botta e risposta tra sindaco e Il Cittadino Governante

Giulianova. “A poche ore dall’appello di Papa Francesco a non divulgare fake news, ecco che il Cittadino Governante ci ricasca e prosegue la sua ormai pressoché quotidiana azione di mistificazione della realtà”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Giulianova, Jwan Costantini, spiegando che “questi signori non hanno davvero nessuna memoria né rispetto dei monumenti della città, se non si sono neanche accorti che la ceramica del Monumento ai Caduti del mare è gravemente danneggiata da molti anni, come chiunque potrà facilmente verificare dalle immagini dell’opera presenti su Google Maps. L’affermazione che il monumento sia stato danneggiato nel corso delle attività di cantiere è, quindi, una vergognosa e strumentale bugia, inventata e diffusa al solo scopo di gettare fango sull’operato dell’Amministrazione comunale e screditare la professionalità degli operai che stanno lavorando senza sosta per consegnare ai cittadini giuliesi uno spazio urbano di aggregazione che riqualificherà il cuore cittadino, al posto del kartodromo lasciato in eredità, una bruttura di cui evidentemente nessuno sentirà la mancanza tranne il Cittadino Governante nelle sue nostalgiche e altrettanto falsate rievocazioni dei tempi che furono. È vero esattamente il contrario: terminati i lavori per il rifacimento di piazza Dalmazia sarà premura dell’Amministrazione procedere al completo restauro del momento, non appena verrà ricollocato. Questo non è che l’ennesimo vile attacco bugiardo di una compagine evidentemente sempre più a corto di idee e di argomenti, che non propone nulla e critica tutto, tanto da sfociare palesemente nel ridicolo, come in questa circostanza in cui non si è fatta scrupolo di diffondere una vera e propria bufala. Mentre l’Amministrazione è impegnata a costruire un progetto e una visione di sviluppo per la nostra Giulianova, sicuramente aperta all’apporto di idee nuove e contributi migliorativi, il Cittadino Governante continua solo a demolire e a divulgare notizie fasulle”.

“Speriamo che per il futuro la forza di opposizione, se veramente ha a cuore il suo ruolo istituzionale e disservizio alla collettività, produca interventi di maggiore spessore e aderenza alla realtà. Il rispetto della verità è il presupposto della buona politica: basta fake news!”, conclude il primo cittadino di Giulianova.

La replica de Il Cittadino Governante ha chiesto scusa “per non aver verificato la segnalazione che ci era giunta sui danni al monumento dei caduti che dalle foto prodotte risultano in buona parte già esistenti. Confermiamo invece le altre considerazioni espresse, in particolare che dopo questi lavori non sarà più possibile in piazza Dalmazia ospitare grandi eventi come la Festa della Madonna del Portosalvo e i concerti. Per noi quei 600.000 euro (che pochi non sono) andavano spesi diversamente e meglio. Al Sindaco Costantini che non perde occasione per offendere e afferma: ‘il Cittadino Governante ci ricasca e prosegue la sua ormai pressoché quotidiana azione di mistificazione della realtà’ diciamo: noi siamo sempre attenti e aderenti ai fatti (citi il sindaco quali sarebbero le nostre fake news); quando facciamo un errore – come in questo caso – siamo capaci di scusarci Ora aspettiamo che cominci lui a dire il vero”.

“Per stare all’attualità: sia trasparente sull’arrogante spartizione delle poltrone fatta con le nomine all’Ente Porto. Faccia sapere alla cittadinanza la verità sui casi Covid-19 a Giulianova, visto che, purtroppo, siamo ai primi posti per numero di contagiati nell’elenco dei 305 comuni abruzzesi”, conclude l’associazione di cultura politica.