- SPECIALE ELEZIONI -
6.5 C
Abruzzo
sabato, Giugno 25, 2022
HomeNotizie TeramoPolitica TeramoElezioni, Tortoreto Più. D'Amelio: "la nostra è la proposta di chi guarda...

Elezioni, Tortoreto Più. D’Amelio: “la nostra è la proposta di chi guarda al domani”

Ultimo Aggiornamento: sabato, 21 Maggio 2022 @ 15:44

Tortoreto. Una squadra che guarda al domani e al rinnovamento. Senza dimenticare quella che è la storia della cittadina costiera, ma con un valore aggiunto rappresentato da Tortoreto Più: l’offerta elettorale identificata dall’avvocato Libera D’Amelio e in corsa per le amministrative del 2012.

 

E in questo percorso non possono mancare concetti come l’ascolto e la condivisione.
E mentre la campagna elettorale sta muovendo i primi passi, questa mattina, è stato presentato il progetto di Tortoreto Più, il candidato sindaco Libera D’Amelio (segretario cittadino di Azione) e i 16 candidati in corsa per un posto nel prossimo consiglio comunale.
Nel corso della presentazione ufficiale, la prima dopo la presentazione della lista, la D’Amelio e la sua squadra hanno disegnato la loro idea di città e le proposte per valorizzare la cittadina costiera.
Tortoreto Più è una sintesi di un progetto, che almeno in origine, doveva essere più ampio. In ogni caso, nel contenitore in corsa per le comunali ci sono rappresentanti di Azione, Pd, Impegno Civico, Gruppo Monti e figure civiche e comunque non legate a formazioni politiche.

“La nostra squadra è nata guardandoci negli occhi, riconoscendo la nostra libera identità e le diverse competenze – ha detto la candidata sindaco. “Rappresentiamo il rinnovamento strutturato che affonda le radici nella storia, nella tradizione e nella conoscenza del territorio. Un rinnovamento che realizzeremo nel segno dell’ascolto perché, ed è uno di miei principi, solo confrontandoci con i cittadini si riesce a tradurre in azione le loro necessità. Forse questo è mancato in questi anni e noi vogliamo colmare questa brutta lacuna. Imporre le scelte, infatti, in qualche modo spaventa e allontana il cittadino. Noi, invece, lo vogliamo al nostro fianco”.

Continuità nella discontinuità. “Quello che può sembrare un paradosso – ha aggiunto – è in realtà un modo alternativo di vedere il futuro della nostra città. Tortoreto è bella, e ne sono convinta, ma sono convinta che non si sia riusciti a far esprimere tutte le sue potenzialità. Ci sono tante cose da fare, da proporre, da progettare, nuove idee da abbracciare. Purtroppo, oramai, l’ordinaria amministrazione della cosa pubblica, il cosiddetto “compitino”, è diventata quasi un motivo di vanto. Per me, invece, deve essere la base da cui partire per puntare molto più in alto. Ho scelto di vivere qui con la mia famiglia e qui ho deciso di far crescere miei figli – ha affermato – e sogno di poter vivere assieme a loro e a tutti i cittadini tortoretani nel segno della bellezza”.

Qualcuno ci ha etichettati come la “variabile impazzita” di questa tornata elettorale – ha continuato D’Amelio – ma per me la politica è vita, partecipazione, voglia di fare e di mettersi in discussione. Quindi, in questo senso, siamo una variabile perché siamo pronti ad adattarci ai cambiamenti e a prendere le decisioni più opportune per il bene del nostro territorio. Dalla mia posizione sarebbe facile incentrare la campagna elettorale su quanto fatto o non fatto dall’amministrazione uscente.

 

Noi di “Tortoreto Più”, però, vogliamo puntare sulle proposte perché sappiamo che la nostra città merita di più. Questo nulla toglie, però, alla nostra attenzione rispetto problemi del territorio. Problemi che abbiamo riscontrato incontrando i cittadini e che vogliamo affrontare senza indugio portando soluzioni immediate. Mi riferisco, ad esempio, alle difficoltà riguardanti la scuola che ha bisogno non solo di nuove strutture ma anche di tecnologie di ultima generazione per restare al passo con i tempi. Mi riferisco ai problemi delle zone più periferiche dove tanti cittadini oramai si sentono abbandonati e poco rappresentati. Mi riferisco al turismo che deve vivere una nuova stagione di rilancio che passi, tra le altre cose, attraverso un “ricongiungimento” tra il Paese e il Lido, per troppo tempo visti e trattati come due entità separate.

 

Ci sono poi tante altre idee, che presenteremo puntualmente nei prossimi giorni, che parlano di Cultura, di Sport, di Sociale, di attività produttive e dei tesori del nostro territorio: la pesca e il suo entroterra, troppo spesso trascurati e che, invece, dovrebbero essere valorizzati attraverso la creazione di un contenitore delle nostre eccellenze. Sono consapevole che siamo di fronte ad una sfida importante – ha concluso – ma sono anche sicura che possiamo essere buoni amministratori della nostra città, spinti dalla volontà di dare di più alla nostra Tortoreto, di renderla migliore. Sono certa che i cittadini sono pronti a darci la loro fiducia”.

LISTA TORTORETO PIU’. Candidato sindaco Libera D’Amelio. Candidati consiglieri: Mauro Di Bonaventura, Brunilda Bala, Massimo Bianchi Carnevale, Valerio Ciuffini, Lorenzo Commisso, Severine D’Ascanio, Martina Del Sasso, Maria Maddalena Marconi, Giovanni Massi, Franco Moroni, Luca Palanca, Giuseppe Pelliccioni, Albertina Ricci, Andrea Scardecchia, Valeria Vallocchia, Valentina Vannucci.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'