- MASTHEAD -

Atri in Azione, la richiesta: “La cattedrale deve essere illuminata”

- SIDEBAR 1 -
- INIZIO ART -
Ultimo Aggiornamento: lunedì, 19 Luglio 2021 @ 14:23

Atri. Una lettera al Sindaco della città ducale, Piergiorgio Ferretti, da parte del coordinamento di Atri in Azione con la richiesta di illuminare la cattedrale.

“Illuminiamo la nostra bellezza, il nostro vanto, la nostra storia, il nostro patrimonio culturale e architettonico. Illuminiamo la nostra Basilica Cattedrale. Non si può parlare di Turismo, Cultura, di Storia della Città di Atri senza dare il giusto risalto alle sue bellezze storiche. Illuminare la Basilica di Santa Maria Assunta, Concattedrale della Diocesi di Teramo- Atri, significa ridare vita a quasi 800 anni di storia. Una storia che parte dal lontano 1260, anno di inizio della sua costruzione, per poi essere completata nel 1284, divenuto monumento nazionale dal 1899 e, cosa non da poco, visitata nel 30 giugno del 1985 da Giovanni Paolo II, proclamato Santo il 1° maggio del 2011”.

- AD IN ARTICLE-

“Illuminare la sua maestosa ed imponente facciata, che affaccia su piazza Duomo, significa illuminare il suo splendido portale, realizzato da Raimondo del Poggio e Rainaldo d’Atri tra il 1288 e il 1305, ricco di colonne, capitelli e importante esempio di gotico in Abruzzo. Significa illuminare la lunetta che fu dipinta nel XVI secolo con un affresco raffigurante L’Assunzione di Maria. Significa illuminare il suo famosissimo e magnifico Rosone a Ruota di 12 raggi, uno dei più pregiati d’Abruzzo, e sopra di esso una nicchia contenente una statua della Madonna con Bambino in trono realizzata in marmo alla fine del Duecento. Senza dimenticare che sul lato destro, annessa alla stessa, affacciano anche la chiesa di Santa Reparata, Patrona e protettrice di Atri, chiesa bellissima ma a sé stante, e tre bellissimi portali di cui il primo gode del privilegio di essere Porta Santa dal 1295”.

“La Concattedrale di Atri è una delle sette Chiese al mondo ad avere una Porta Santa e la correlata indulgenza plenaria. Sig. Sindaco, non può bastare un misero faretto messo sulla facciata di palazzo Mambelli, che tra le altre cose neanche funziona più, per dare risalto a così tanta storia e bellezza. Per la nostra maestosa Cattedrale, chiediamo un’illuminazione artistica adeguata che possa raccontare in chiave moderna e soprattutto far risplendere, ancora di più, 800 anni di storia nella nostra Città di Atri.
Questa, per noi di Azione, non rimarrà una semplice lettera di richiesta, ma sarà una battaglia da vincere con tutto il popolo atriano per la nostra Atri, perché salvaguardare la nostra storia significa salvaguardare la nostra storicità”.

- AD IN ARTICLE-
- FINE ART - ALTRE NEWS --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -
Error decoding the Instagram API json

Related articles