Abruzzo in zona arancione, sindaci centrodestra a sostegno di Marsilio

Giulianova. Tredici sindaci teramani, principalmente esponenti del centrodestra, ringraziano il Presidente della Regione Marco Marsilio per la tempestività con cui ha deciso di revocare la Zona Rossa, trasformandola in Arancione prima dell’8 dicembre, attraverso la pubblicazione dell’ordinanza regionale, tenuto conto anche del calo dei contagi in Abruzzo.

“Va ricordato che proprio per ottenere questo risultato il Presidente aveva accelerato il passaggio da Zona Arancione a Rossa – dichiarano i primi cittadini – dimostrando grande senso di responsabilità e coraggio. Si ricorda che l’Ordinanza del Governatore ha valore a tutti gli effetti a partire da oggi, indipendentemente da ciò che deciderà il Governo centrale, che potrà procedere con una diffida o con il ricorso al Tar. Ma i tempi tecnici del ricorso non potranno bloccare l’efficacia dell’Ordinanza regionale, in quanto da questo mercoledì era previsto il rientro dell’Abruzzo in Zona Arancione. Invitiamo i commercianti a riaprire le proprie attività con fiducia, con la speranza che possano recuperare tutto ciò che, inevitabilmente, la situazione pandemica che tolto loro. Da parte delle Amministrazione comunali gli auguri più sinceri di buon lavoro”.

La nota a sostegno del presidente Marco Marsilio è stato firmata da Jwan Costantini, Sindaco di Giulianova; Massimo Vagnoni, Sindaco di Martinsicuro; Andrea Scordella, Sindaco di Silvi; Daniele Laurenzi, Sindaco di Nereto; Manuele Tiberi, Sindaco di Colledara; Severino Serrani, Sindaco di Penna Sant’Andrea; Rosanna De Antoniis, Sindaco di Castel Castagna; Daniele Palumbi, Sindaco di Torricella Sicura; Dantino Vallese, Sindaco di Corropoli; Leando Pollastrelli, Sindaco di Colonnella; Federico Agostinelli, Sindaco di Campli; Domenico Piccioni, Sindaco di Tortoreto; Michele Petraccia, Sindaco di Pietracamela.

 

Fratelli d’Italia. L’ordinanza del Presidente Marsilio è un chiaro segno di coerenza con gli impegni presi con il cuore economico della nostra regione.
Deve essere letta non come una leggerezza amministrativa, ma come un atto di coraggio e di forza solo a tutela dell’Abruzzo e degli abruzzesi da vera guida della nostra regione.
Il governo ha perso l’ennesima occasione per dimostrare che in questa pandemia non ci sono colori politici da difendere, ma solo il nostro territorio e il popolo italiano.
La disparità di trattamento avuto ad esempio con la Regione Campania, a guida Pd, partito di governo, rispetto all’Abruzzo è palese ed evidente.
La Campania passa da gialla a rossa senza transitare nella zona arancione, poi dal 20 novembre entra in zona rossa e dopo due settimane e mezzo va arancione mentre ciò,  secondo il dpcm, sarebbe dovuto avvenire il giorno 11 dicembre.
Le regole delle tre settimane valgono solo per l’Abruzzo?
Il valore dell’indice RT dell’Abruzzo è al di sotto dell’uno, numeri da zona gialla nemmeno arancione.
Perché Speranza e Boccia si sono accaniti contro l’Abruzzo?
La discrezionalità dei due ministri c’è solo per le regioni politicamente a loro affini?
Alla luce di questo, bene ha fatto il Presidente Marsilio a firmare l’ordinanza e a pretendere , con questo, il rispetto dell’Abruzzo e degli abruzzesi.
L’ordinanza è legale ed ha effetti immediati.
Al duo Speranza – Boccia rimangono i lanci di agenzia che ovviamente lasciano il tempo che trovano e una diffida che non ha nessun fondamento giuridico e non ha nessun valore vincolante.
È importantissima la tutela e il sostegno al sistema sanitario ma è pur sempre importante la tutela della tenuta socio economica della nostra regione, che ne è linfa vitale.
È evidente, invece, dai provvedimenti che di quest’ultima variante il governo Conte sappia davvero poco o nulla. Al di là delle promesse, dei ristori delle potenze di fuoco non ha prodotto nulla per il cuore economico produttivo del nostro paese.
Luca Frangioni – Consigliere Provinciale
Alessandra Lucidi – Assessore Comune di Sant’Egidio alla Vibrata
Mimma Centorame – Assessore Comune di Atri
Roberta Grilli – Assessore Comune di Corropoli
Antonio Gambacorta – Presidente Consiglio Comunale di Silvi
Annunzio Amatucci – Consigliere Comunale Sant’Egidio alla Vibrata
Francesco Filiani – Consigliere Comunale Atri
Francioni Matteo – Consigliere Comunale Giulianova
Nicolina Lella Elia – Consigliere Comunale Nereto
Massimo Corsi – Consigliere Comunale Martinsicuro
Massimo Figliola – Consigliere Comunale Tortoreto
Nadia Ciprietti – Consigliere Comunale Sant’Omero
Pasquale Tiberi – Consigliere Comunale Teramo
Pietro Adriani – Consigliere Comunale Campli
Vincenzo Graziaplena – Consigliere Comunale Nereto
Domenico Ruggiero – Consigliere AMP
Enzo Di Giacinto – Presidente ADSU
Monica Brandiferri – Consigliera di Parità Provincia di Teramo