- MASTHEAD -

Giulianova, il grido d’allarme sull’ospedale. Arboretti: “Lo stanno depotenziando”. Macera: “Il 18 settembre in piazza” NOSTRI SERVIZI

- SIDEBAR 1 -
- INIZIO ART -
Ultimo Aggiornamento: martedì, 10 Agosto 2021 @ 20:47


La sinistra unita per tentare di salvare l’ospedale di Giulianova dal declassamento. Sarebbe iniziata una fase di depotenziamento, nonostante nei giorni scorsi il sindaco Jwan Costantini abbia ribadito che la struttura sanitaria giuliese non rischia nulla e che con la Regione c’è massima intesa sull’organizzazione dei reparti e dei servizi garantiti alla comunità.

I responsabili di Nuovi Orizzonti di Sinistra, Europa Verde, del Movimento 5 Stelle, Articolo 1 e Indipendenti di Sinistra si sono ritrovati nella Sala Buozzi nel corso di un incontro pubblico durante il quale sono stati illustrati gli aspetti negativi che sta subendo il Maria Santissima dello Splendore.

Il leader de Il Cittadino Governante Franco Arboretti ha ricordato come questo ospedale sia a servizio di una comunità molto più ampia, non limitata solo al territorio giuliese e alle località limitrofe. Tra le iniziative una grande manifestazione pubblica.

- AD IN ARTICLE-

Arboretti critica il sindaco Costantini quando sostiene che per l’ospedale non è previsto alcun ridimensionamento e che l’asse Regione-Comune starebbe funzionando.
La data è quella del 18 settembre. Deve essere solo ufficializzata, ma a difesa dell’ospedale di Giulianova le forze di sinistra e progressiste della città, assieme al Movimento 5 Stelle, hanno deciso di organizzare una mobilitazione generale.

Fanno parte del comitato cittadino anche due operatori sanitari della struttura giuliese, Ginesio Picchini, del M5S, e Dino Macera di Nuovi Orizzonti di Sinistra, entrambi fisioterapisti. Conosco molto bene la situazione all’interno dell’ospedale. Ed è per questo che sono assolutamente convinti che sia necessaria una manifestazione pubblica affinché il grido d’allarme venga recepito.

- AD IN ARTICLE-

Secondo Macera il Maria Santissima dello Splendore rischia di diventare un ospedale di base, ma di un livello inferiore rispetto alle strutture di Atri e di Sant’Omero.
L’ospedale di Giulianova si trova in posizione strategica per quanto riguarda la collocazione geografica. E’ l’unica struttura costiera, nel tratto che va da San Benedetto a Pescara, quindi merita attenzione e di essere innalzata di livello.

- AD IN ARTICLE-
- FINE ART - ALTRE NEWS --
- SIDEBAR 2 -

Latest articles

- SIDEBAR 3 -
Error decoding the Instagram API json

Related articles