Sant’Omero, passaggio del martelletto al Rotary Club

Serata di passaggio delle consegne al Rotary Club Teramo Nord Centenario.

 

Nel pieno rispetto dei protocolli anti Covid-19, sabato 4 luglio Stefania Nardini ha simbolicamente ereditato il martelletto dal Presidente uscente Alessandra Gussago.

Location della manifestazione, svoltasi alla presenza di diverse autorità rotariane e del neo Governatore distrettuale Rossella Piccirilli, che pur non essendo presente alla serata ha fatto pervenire il proprio saluto, la suggestiva sede istituzionale del Club di “Villa Corallo” di Sant’Omero.

Grande soddisfazione per Stefania Nardini che nel discorso di insediamento ha presentato il nuovo Direttivo: Gaetano Ricciardi, Alessandra Gussago, Claudio Del Moro, Antonietta Guidobaldi, Giuseppina Poggioli, Paolo Bonaduce, Ennio Vincenti, Sandro Pelillo, Luigina Chiodi, Gaetano Luca Ronchi, Dante D’Elpidio, Angeloandrea De Martinis, Piera Di Sante, Giuseppe Fagotti, la struttura delle Commissioni, i relativi Presidenti e i componenti delle sottocommissioni.

La Presidente ha, poi, illustrato le linee strategiche del suo programma, focalizzando l’attenzione sulle questioni di impatto sociale, sul disagio, soprattutto giovanile, sull’emergenza sanitaria e sulla sostenibilità a livello globale, sulle campagne umanitarie nazionali e internazionali promosse dal Rotary.

La Presidente nel sottolineare la necessità di collaborazione, condivisione e dinamismo da parte di tutti i componenti del Club, ha dichiarato: “Mi appoggerò e valorizzerò le competenze e le esperienze dei soci utilizzando le risorse disponibili localmente per attuare le tante iniziative in programma, cercando di trovare insieme fattori motivanti. La sensazione forte di vivere un passaggio storico nasce dalla consapevolezza che il cambiamento è necessario e deve essere vissuto come un auspicio positivo di opportunità”. Spostando, poi, la riflessione sulla nuova visione che guiderà l’organizzazione futura del Rotary Club, la Presidente ha condiviso lo slogan: “crediamo in un mondo dove tutti i popoli uniti promuovano cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità vicine, in quelle lontane, in ognuno di noi”. Infine la Presidente ha auspicato che gli obiettivi previsti nel piano strategico vengano pienamente realizzati, con l’impegno del Club che promuoverà azioni che abbiano riscontro sul territorio affiancando gli imprenditori nello sviluppo della loro attività, coltivando l’innovazione.

Le ha fatto eco la Presidente uscente Gussago, che ha ricordato gli importanti interventi messi in campo soprattutto negli ultimi mesi dal sodalizio. Dalla consegna alla Cardiochirurgia dell’Ospedale di Teramo della somma di 4.500 euro, quale contributo per l’acquisto di una sofisticata macchina ECMO per la circolazione extra-corporea, all’omaggio all’Azienda Sanitaria teramana e alla Polizia di Stato di Teramo di kit di protezione e mascherine.

La Presidente uscente ha anche parlato delle ulteriori e recenti iniziative svoltesi nell’anno rotariano appena concluso, che hanno visto il Club donare un pc all’Associazione Bambini di Betania di Tortoreto ed alla Casa di Riposo “Filippo Alessandrini” di Civitella del Tronto un omogeneizzatore professionale del valore di circa 2.900 euro, insieme ad un assegno di Euro 1.300, quale ricavato delle somme raccolte grazie al secondo Raduno Auto Classiche “Abruzzo teramano ed oltre” organizzato dal Club e tenutosi il 20, 21 e 22 settembre 2019.

L’ingresso di un nuovo socio, il Dott. Michele Di Carlo, momento particolarmente importante per la vita di un Club, ha contribuito a rendere ancor più significativa ed interessante la serata.