Giulianova, vecchio strumento del mondo contadino riaffora sulle sponde del Tordino

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 17 Giugno 2021 @ 20:39

Giulianova. Sulla sponde del fiume Tordino, a ridosso della pista ciclabile, riaffiora la vecchia chiusa, detto “lu turcitire”, un antico strumento della cultura contadina.

Questo attrezzo per anni è rimasto nascosto nel canneto sull’argine e quelli che nel tempo lo avevano notato non sapevano la sua vera funzione e molti pensavano riguardasse il vecchio depuratore.

“Sapevamo della sua esistenza – spiega il Presidente del Quartiere Annunziata Sandro Brandimarte – che risale al periodo dei primi del novecento quando all’Annunziata c’erano pochissime case di contadini e non esisteva un sistema di irrigazione dei campi”.

Infatti, era presente vicino l’argine un grande canale idrico che deviava proprio in quel punto verso il fiume per scaricare l’acqua e i contadini quando dovevano irrigare i campi con l’ausilio di una leva chiudevano il canale e al di sotto della chiusa era presente una porta in legno (ora non più presente) che sbarrava il flusso del canale costringendo l’acqua a riversarsi nei campi e questo era l’antico sistema di irrigazione che utilizzavano all’epoca i contadini.

Per valorizzare al meglio questa scoperta chiederemo all’Amministrazione la bonifica della zona e di mettere un cartello che spieghi la funzione di questo vecchio strumento della nostra cultura contadina.
Inoltre sarà la meta della prossime visite guidate per i più piccoli al Parco dell’Annunziata e fiume Tordino.