Atri, realizzato il murale vincitore della Biennale Casoli Pinta

Ultimo Aggiornamento: martedì, 14 Settembre 2021 @ 17:43

Atri. Il museo all’aperto di Casoli Pinta sé è arricchito di una nuova opera, la 57esima.

L’artista Abraham Sidney Ofei Nkansah, vincitore dell’VIII “Biennale Nazionale di Pittura Murale Casoli Pinta” ha infatti terminato la realizzazione della sua “Inflorescence – la natura mentre si riprende la città” selezionata dalla giuria del concorso.

La Biennale Casoli Pinta quest’anno ha beneficiato del contributo del Comune di Atri, della Regione Abruzzo della Fondazione Tercas e di altri sponsor e sostenitori. Tra questi il pilota Italo Berardinucci, originario di Casoli di Atri, ma residente a Milano, che ha devoluto 1.516 euro, importo raccolto grazie alla sua partecipazione all’edizione 2021 di Gibraltar Race, evento motociclistico e di adventuring dove ha promosso il progetto “Due ruote per l’arte” raccogliendo fondi per Casoli Pinta per restaurare le opere presenti. Oltre a Ofei Nkansah, infatti, in questi giorni a Casoli un’artista, Alessandra Alu dell’Accademia di Brera, ha ristrutturato due opere per restituire loro l’originaria bellezza. L’iniziativa, avviata nel 1996 grazie all’intuizione dell’Associazione Culturale “Castellum Vetus” di Casoli di Atri e successivamente diventata biennale, è stata in grado di generare un grande appeal turistico per questa località facendola entrare a pieno titolo nei paesi abruzzesi dipinti, come Azzinano di Tossicia e Treglio.

“Come da programma l’artista vincitore dell’VIII Biennale ha realizzato la sua opera in una parete individuata dall’associazione nelle passate settimane – commenta l’Assessore alla Cultura al Comune di Atri, Mimma Centorame – e ora arricchisce il museo sotto le stelle di Casoli di Atri. In tanti si sono avvicinati all’artista per osservare il suo operato, conversare con lui e conoscerlo meglio. Ringrazio ancora tutti i componenti dell’Associazione Castellum Vetus che dal 1996 porta avanti questa splendida iniziativa, la Regione Abruzzo e la Fondazione Tercas per il sostegno, gli artisti che hanno partecipato a questa edizione e la giuria per il prezioso lavoro svolto”.