Atri, allo scientifico “Zoli” il primo evento formativo sugli sport elettronici

Atri. I calciatori Matteo Ricci e Daniele Tealdi sono stati ospiti del Liceo Scientifico dello Sport “Adone Zoli” di Atri, prima scuola in Italia ad aver organizzato un evento formativo su un settore in costante crescita ed evoluzione nel mondo delle competizioni agonistiche: gli Esports (sport elettronici).

Matteo Ricci, calciatore dello Spezia Calcio, militante nel campionato di Serie A, e Daniele Tealdi, per gli addetti “Dagnolf”, hanno ricordato agli studenti quanto il sacrificio e la dedizione possano trasformare una passione in un lavoro. Gli ingredienti per il successo nello sport, reale e virtuale, sono gli stessi, l’importante è aggiungere quel pizzico di follia che rende tutto possibile. Questa follia ha portato i giovani studenti del Liss a realizzare qualcosa di nuovo, un live in cui un’arena virtuale ha visto scendere in campo professionisti e pubblico in una partita a suon di domande di tipo tecnico e personale che hanno riportato per un attimo Tealdi e Ricci sui banchi di scuola in un turbine di emozioni nostalgiche e quasi dimenticate. L’iniziativa è stata salutata favorevolmente dal Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti, il quale si è complimentato con la dirigente dell’Istituto e con i docenti coinvolti nel progetto.

Gli Esports stanno prendendo piede tra i giovani e se fino a qualche tempo fa erano considerati solo giochi di intrattenimento e di svago, oggi puntano a diventare sport olimpici con tanto di riconoscimento ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale. Una popolarità confermata dal terzo ospite, il direttore del Comitato Olimpico Maltese e Direttore Medico della Malta Football Association, Kirill Micallef-Stafrace, il quale in veste di specialista in Medicina degli esports ha condotto una lezione magistrale in lingua inglese sui protocolli di allenamento e sulle patologie connesse alla pratica agonistica degli sport elettronici. Un incontro emozionante, coinvolgente con professionisti di fama internazionale che ha permesso a tutti gli studenti del liceo Zoli di sperimentare momenti di apprendimento e approfondimento innovativi nel loro percorso di studio e che ha messo in luce le capacità organizzative, dal primo contatto alla realizzazione della diretta in streaming su Twitch, degli studenti Paolo Pacchione, Lorenzo De Ascentis, Andrea Gagliardi, Paolo Pavone, Gianmaria Di Ridolfi e Carlo Martella.

“Un plauso alla dirigente scolastica, ai docenti e a quanti hanno lavorato nell’organizzazione di questa lodevole e importante iniziativa – commenta il Sindaco Ferretti – lo Zoli di Atri, ancora una volta, si distingue per le sue attività a livello nazionale e ne siamo ovviamente orgogliosi come comunità, sono certo che i ragazzi abbiano apprezzato questa opportunità offerta loro ancor più tenendo conto delle tante difficoltà del periodo legate all’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo”.