Alba Adriatica, “una citta da favola”: l’adesione al progetto per promuovere la lettura

 Alba Adriatica aderisce al progetto “una città da favola”, riservato a comuni d’Italia designati della qualifica “città che legge” del Cepell. Proposta del Centro per il libro del Mibact in collaborazione con l’Anci e che riguarda la realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura.

 

 

Il sindaco Antonietta Casciotti si è rivelata da subito entusiasta. “Come amministrazione crediamo molto che progetti come “Una città da favola” possano promuovere la lettura e la valorizzazione del nostro territorio. Siamo convinti dell’importanza che attività come queste hanno nel processo conoscitivo dei più piccoli, che cerchiamo di educare sin dalla tenera età all’amore per la propria città e per le risorse naturali e culturali racchiuse in essa”.

Con l’adesione al progetto “Una città da favola” saranno i bambini dell’Istituto Comprensivo a diventare scrittori, cimentandosi, insieme ai loro insegnanti, nella creazione di racconti fantastici, ambientati proprio nella loro Alba Adriatica, animando così i meravigliosi luoghi che la caratterizzano.

Il progetto “Una città da favola” dà ai nostri bambini la possibilità di diventare gli autori di un libro vero, che sarà donato alle cariche istituzionali più importanti della Città e inviato alle biblioteche nazionali centrali d’Italia. L’adesione a questa iniziativa di scrittura e, congiuntamente, di promozione della lettura, rappresenta per noi un importante tassello nel progetto intrapreso per la valorizzazione culturale del territorio”, afferma l’assessore alla cultura Francesca Di Matteo.

”Un ringraziamento particolare alla Dirigente Scolastica, ai docenti e agli allievi dell’Istituto Comprensivo di Alba Adriatica che insieme a noi hanno creduto in questo progetto”.