Valle Castellana, terremoto: “Il contributo di autonoma sistemazione fermo a luglio”

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Dicembre 2019 @ 20:00

Valle Castellana. “Stesso copione di sempre. Il terremoto, che provoca danni ad abitazioni e a persone, diventa anche a distanza di anni argomento da incubo per molti che lo hanno subito”. Così, in una nota stampa, il gruppo di minoranza del Comune di Valle Castellana.

“A Valle Castellana, il contributo di autonoma sistemazione, è fermo a Luglio. L’ultima liquidazione risale a Settembre, quasi quattro mesi fa, quando le famiglie hanno percepito gli arretrati mensili a loro spettanti, fino alla mensilità di Luglio. Ritardi, inerzie, ingiustificati motivi di procrastinazione”, sostengono coloro che già soffrono di mancanze e privazioni. “Viviamo nella totale indifferenza dell’amministrazione comunale che dovrebbe essere la prima a tutelarci e che invece neppure a Natale è riuscita a garantirci la giusta dignità”.

“L’aggravante sta nel non ritenere questo un problema serio ed oggettivo. Al telefono gli uffici comunali hanno risposto che trattasi di un periodo di festività, la Ragioniera è in ferie e la Tesoreria chiusa. Il Natale è evidentemente non uguale per tutti. Si è davvero in una situazione di estrema difficoltà, eppure il Sindaco e la sua amministrazione non mostrano attenzione, sensibilità e cura ad una problematica così presente sul territorio e che ha costretto molti ad abbandonare case, affetti, abitudini. Ci faremo portatori di questa grave immobilità amministrativa nelle sedi opportune per sottolineare il disagio che si rende ancora più gravoso durante il periodo delle festività natalizie e perché chi ne è autore venga dichiarato responsabile”, conclude la nota.