Tortoreto, nuovo depuratore. L’ex sindaco Richi: traguardo grazie ad una collaborazione istituzionale

Tortoreto. Più che rivendicare meriti, per i quali in tanti hanno portato acqua al mulino, di concreto resta il raggiungimento di un risultato rilevante per la collettività, con una collaborazione a vari livelli sul piano politico e istituzionale e comune tesa al bene comune.

 

Nel dibattito e nei commenti seguiti, negli ultimi giorni, dopo la messa in funzione del nuovo depuratore consortile di Tortoreto, si innesta anche l’ex sindaco Alessandra Richi. Che ha raccolto il testimone da chi l’ha preceduta arrivando poi a gestire la fase successiva.

“Come ogni grande opera”, ricorda la Richi, “la realizzazione attraversa più fasi, così come più mandati e la mia maggioranza si è fatta carico dell’approvazione progettuale, quindi di tutto l’iter propedeutico di variante al PRE, a partire dalla delibera consigliare del novembre 2014 per finire all’atto deliberativo conclusivo del 19 maggio 2015, passando attraverso l’approvazione del piano industriale del Ruzzo che tale intervento contemplava.

 

Da ultimo la tenacia nell’andare avanti pur con comprensibili contrasti, adoperandoci all’ottenimento del finanziamento del secondo lotto, a completamento di un opera pienamente funzionale”.