Torano Nuovo, palestra e sala polifunzionale: parte l’iter per la ricostruzione

Torano Nuovo. Una somma di 767mila euro per la ricostruzione della palestra comunale e della sala polifunzionale.

 

Nelle nuove ordinanze firmate dal commissario straordinario per la ricostruzione, Giovanni Legnini, con cui viene, tra l’altro, approvato l’elenco unico dei programmi delle opere pubbliche nonché definite le procedure di semplificazione e accelerazione della ricostruzione pubblica, il Comune di Torano Nuovo risulta trai beneficiari di una somma di 767.341,79, che sarà destinata al rifacimento delle due strutture pubbliche danneggiate dal sisma del 2016.

Un percorso che si completa, visto che l’amministrazione comunale (con una delibera di giunta del giugno 2019), aveva dato un indirizzo ben preciso: destinare in favore degli interventi nella palestra e nella sala polifunzionale i foni stanziati dall’Ufficio speciale della ricostruzione.

I tempi. Il recente atto firmato dal Commissario consente di dare una decisa accelerazione a quest’opera di ricostruzione e in base a quanto previsto nell’ordinanza n. 109, entro il 31 dicembre il Comune dovrà presentare un cronoprogramma dettagliato di tutte le fasi per la definizione dell’appalto e l’esecuzione dei lavori; inoltre, entro il 31 marzo 2021 devono essere affidati gli incarichi per la progettazione.

“Nell’esprimere piena soddisfazione per questa notizia tanto attesa dall’intera Comunità toranese – dichiara il Sindaco Anna Ciammariconi – un ringraziamento doveroso va anzitutto al Commissario Straordinario Legnini, il cui ruolo, impegno e competenza hanno consentito di dare una decisa svolta alla ricostruzione post-sisma nel Centro Italia. Un ringraziamento va inoltre a quanti, prima che la sottoscritta fosse in carica – mi riferisco, in particolare, al già assessore ed attuale consigliere regionale Dino Pepe, alla precedente amministrazione comunale guidata dal sindaco Alessandro Di Giacinto nonché ai tecnici che hanno coadiuvato quest’ultimo – hanno seguito con premura le fasi (e le pratiche) necessarie per permettere che il nostro territorio risultasse beneficiario di finanziamenti destinati alla ricostruzione.

 

Territorio, che – è bene ricordarlo – pur essendo Comune “fuori cratere”, dunque non collocato in quella “corsia preferenziale” di cui godono i Comuni del cratere ai fini della destinazione delle risorse per la ricostruzione, dopo aver visto finanziamenti per la messa in sicurezza della Chiesa Madonna delle Grazie, riaperta un anno fa, vede ora prendere avvio un’altra importante opera.

Non possiamo, dunque, che compiacerci di questa notizia e metterci immediatamente al lavoro assicurando il massimo impegno, insieme agli uffici, per portare avanti questa necessaria ed attesa opera di ricostruzione che permetterà finalmente agli alunni della nostra scuola di ritrovare uno spazio adeguato per lo svolgimento dell’attività motoria, ai giovani e a quanti lo vorranno di poter avere una palestra per praticare attività sportiva e all’intera comunità che, finalmente, potrà riavere a disposizione la Sala polifunzionale.