Teramo, saluto di fine anno al Parco Fluviale per le elementari della Cona

Teramo. “Non è l’ultimo giorno di scuola oggi, ma il primo verso un futuro anno scolastico che tutti noi auspichiamo più sereno e meno complesso di quello che abbiamo affrontato”. Con queste parole, il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto ha accolto la classe 5a della primaria di Teramo Cona nell’area del parco fluviale adiacente al micronido, per il reciproco scambio di saluti, manifestazione di gratitudine e attestati di fiducia tra alunni, insegnanti e genitori, organizzato dall’I.C. Falcone e Borsellino Teramo5 in sinergia con l’Amministrazione comunale.

Cerchi colorati posti per terra, hanno garantito il distanziamento tra i bambini per tutto il tempo del saluto; mascherine e guanti hanno completato il protocollo sicurezza messo in atto al fine di vivere in massima serenità e gioia le canzoni e le progettualità di istituto, presentate dagli alunni ai genitori e alle maestre, in segno di riconoscenza per il lavoro formativo e di crescita che hanno svolto nel quinquennio della scuola primaria. Il tema è stato quello della legalità, i bambini – che indossavano la maglietta con il logo di Istituto, – hanno presentato al sindaco gli articoli che hanno declinato nel lavoro di didattica dal tema “Una legge che vorrei…” e hanno recitato le parole della poesia “La Nave della legalità”, dedicandola proprio ai giudici Falcone e Borsellino.

I ragazzi si sono ritrovati al lungofiume per la prima volta tutti insieme dopo tre mesi di isolamento in un clima festoso.

Particolarmente significativo il momento nel quale il Sindaco ha ‘Diplomato’ uno ad uno i bambini, augurando loro un futuro gioioso e di studio serio ed appassionato. Accanto alle insegnanti il Dirigente Scolastico, Maria Letizia Fatigati, che ha sottolineato l’importanza del binomio inscindibile in questa fase di ripresa per tutti, declinato nelle parole “Fiducia e Coraggio”. Anima dell’incontro e delle iniziative che seguiranno è stata e sarà la consigliera comunale Maria Rita Santone.

Il momento di condivisione in presenza offerto dal Comune di Teramo rientra in un’ottica di collaborazione interistituzionale che l’assessore alla Pubblica Istruzione Andrea Core, anche lui intervenuto, sottolinea come “Segnale di vicinanza ai cittadini e al mondo della scuola. L’amministrazione sostiene le scuole nell’organizzazione di tali incontri, consapevole del significato intrinseco del recupero di vitalità, di riappropriazione di spazi e di occasioni di collegialità, pur nel massimo rispetto delle prescrizioni, perché da occasioni come queste si recupera fiducia, voglia di ricostruire e si aiutano i ragazzi a riappropriarsi del senso di appartenenza ad una comunità. Il nostro scopo è di aiutarli a sentirsi cittadini attivi di una città attenta alla loro crescita e alla loro formazione”.

L’incontro in presenza e all’aperto di Teramo è stato l’ultimo per l’I.C. Falcone e Borsellino Teramo5, che già in mattinata nel Comune di Basciano, aveva dato vita una identica iniziativa con le quinte di Basciano e Brecciola, alla presenza del sindaco Frattaroli.