Teramo, bimbi assenti per Covid: arrivano sconti sulle rette dei nidi

Teramo. I tempi eccessivamente lunghi che passano molto spesso tra la prescrizione, l’esecuzione e l’esito dei tamponi stanno interessando anche i nidi, creando forti difficoltà di organizzazione delle famiglie.

 

Da qui la decisione del Comune di Teramo di adottare due provvedimenti di carattere sociale per andare incontro alle famiglie. Ad annunciarli l’assessore alla pubblica istruzione Andrea Core.

 

“Per quanto riguarda il primo provvedimento abbiamo deciso di scomputare  interamente dalla retta che pagano le famiglie tutti i giorni che passano dalla richiesta di un tampone per i bambini sospetti Covid alla loro riammissione a scuola – spiega Core – scalando quegli stessi giorni dalle mensilità successive. In questo modo i genitori pagheranno solo i giorni di reale fruizione del servizio da parte dei figli”. Il secondo provvedimento, invece, che interesserà ben 50 famiglie sulle 170 che mandano i bimbi al nido, riguarda lo stanziamento di voucher per i nidi per le famiglie con redditi bassi.

 

“Tutte le famiglie che hanno un reddito Isee inferiore ai dieci mila euro riceveranno in questi giorni una lettera da parte del Comune e un buono di riduzione della retta – continua Core – che sarà pari a 250 euro per le famiglie con reddito sotto gli 8mila euro di 100 euro per le famiglie con reddito sotto i 10mila euro. Per queste famiglie, in basi ai casi, lo sconto avrà un valore che va da uno sconto di due a uno di quattro mesi di retta. Si tratta di una misura sociale che abbiamo voluto fortemente per non scaricare sui più piccoli e le loro famiglie il costo ulteriore di questa pandemia”.

 

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.