Teramo, 50 migranti in arrivo dalla Sicilia: “Sono richiedenti che faranno tamponi”

Fa chiarezza l’assessore alle politiche sociali del Comune di Teramo, Ilaria De Sanctis, in merito ai 50 migranti in arrivo in provincia dalla Sicilia.

“Per amore di verità, fuori da ogni polemica,vorrei sottolineare che si tratta di richiedenti che hanno già fatto un sierologico e che non risultato allo stato malati di covid (se lo fossero stati non sarebbero stati spostati dagli hotspot di provenienza) – ha scritto – I richiedenti, come chiunque arrivi da varie parti del mondo, devono osservare la quarantena e al loro arrivo si procederà a fare loro il tampone; la struttura che li ospita e che si trova nel comune di Civitella è totalmente isolata e neanche tanto facile da raggiungere”.

E ancora: “Il gestore del servizio siproimi (Ex sprarr) ha già predisposto l’equipe che sarà in struttura h 24; la quarantena di un richiedente è uguale alla quarantena che potrei fare io; una volta finita la quarantena i richiedenti verranno affidati ai centri di accoglienza indicati dalla prefettura”.

E conclude: “A queste verità se ne accompagna un’altra che forse dobbiamo tenere tutti presenti: il covid non ha colore della pelle. Non è che se sei africano hai più possibilità di essere malato di covid rispetto a un europeo”.