Silvi, prima avventura per la squadra verde del Big Stone Jamboree Park

Silvi. La squadra verde del Big Stone Jamboree Park di Silvi ha vissuto la sua prima avventura in quel di Nerito di Crognaleto. Alla partenza dalla stazione di Silvi a salutare i ragazzi che partivano per la loro prima avventura, c’erano il sindaco Andrea Scordella, l’assessore alla Cultura, Turismo e Pubblica Istruzione Giuseppina Di Giovanni e il presidente della Consulta giovanile e consigliere comunale Bruno Valentini. I ragazzi si sono mostrati interessati, incuriositi e pronti per fare la loro prima esperienza.

Le giornate sono trascorse all’insegna dei un tempo meraviglioso che ha permesso i giochi di squadra all’aperto, le tecniche di pionieristica, i canti e le rappresentazioni davanti al fuoco al chiaro di luna e un’escursione bellissima presso il santuario della Madonna della Tibia.

“Lo scopo dell’associazione affiliata al CSI di Teramo – ha detto il sindaco Scordella – è quello di formare i ragazzi e i giovani al rispetto dell’ambiente, ai valori e tradizioni della nostra cultura, dello sport e non ultimo quello di una crescita nella fede cattolica”. Gli abitanti del paese hanno accolto con simpatia il gruppo di ragazzi, che ha avuto il sostegno spirituale di don Gaston parroco di Silvi Paese e S. Stefano. “Abbiamo realizzato il nostro sogno – ha detto un ragazzo del gruppo – nonostante la fatica e disagi delle misurazioni delle temperature e del fastidio dovuto alle mascherine.

“I ragazzi – ha detto l’assessore Giuseppina Di Giovanni – hanno provato e sopportato con grande determinazione la fatica, il sonno, la stanchezza. Si è trattato di una magnifica occasione, quindi, per far emergere nei loro cuori il senso della fratellanza, della solidarietà e della loro soddisfazione per l’impegno profuso nei giorni di vacanza diversa da tutte le altre. Al ritorno a Silvi i ragazzi hanno detto che questa straordinaria esperienza ha lasciato in loro la gioia di sentirsi cresciuti dentro”.

“L’amministrazione comunale – ha detto il presidente della Consulta giovanile Bruno Valentini – ha appoggiato e sostenuto questa bella iniziativa e continuerà a seguirla con simpatia e interesse per il suo indiscutibile valore sociale, ricreativo e formativo”.