Silvi, Covid19: il Sindaco Scordella ordina controlli più serrati per contenere il contagio

Silvi. La situazione dei contagi a Silvi continua a salire, in concomitanza con le centinaia di tamponi che vengono giornalmente effettuati.

 

Il sindaco Andrea Scordella ha diffuso una nota nella quale si invitano i cittadini al rigoroso rispetto delle disposizioni anti Covid annunciando che saranno intensificati i controlli sul territorio comunale di Silvi. “E’ incredibile e non giustificabile – ha detto il sindaco Scordella – il comportamento di tanti cittadini in una fase così delicata come quella che stiamo vivendo, nonostante siamo collocati in piena zona rossa e si registri una crescita esponenziale dei casi positivi. Abbiamo avuto notizia che sono stati visti in giro per strada o nei negozi persino alcuni che hanno l’obbligo tassativo di non uscire di casa perché in attesa di fare il tampone, altri in attesa del risultato del tampone, altri ancora che hanno figli e parenti conviventi risultati positivi nel loro nucleo familiare. Di questo passo – ha sottolineato il sindaco Scordella – è davvero difficile prevedere un miglioramento della situazione sanitaria nella nostra città. Trovo giusto e opportuno, a questo punto la determinazione degli organi di polizia di procedere a controlli serrati sul territorio comunale adottando, in caso di accertate violazioni, le sanzioni amministrative previste nei DPCM. Confido nel senso civico ed etico di tutti – ha aggiunto il sindaco Scordella – raccomandando per l’ennesima volta che, in permanenza dell’Abruzzo nella zona rossa, siano osservate prima di tutto le semplici norme di prevenzione del contagio anche in casa se si hanno visite di parenti e, soprattutto, di non uscire se non ci sono le condizioni specificate dalle disposizioni governative. Un accorato invito a non uscire – ha detto il sindaco Scordella – lo rivolgo a coloro che sono risultati positivi, a quelli che hanno in casa persone in quarantena o sono in attesa del risultato del tampone. Infine esprimo la mia piena solidarietà e l’auspicio che presto tutto si risolva per il meglio a tutti quelli che stanno sopportando il disagio, fisico ed economico, di questa pandemia”.