Roseto, ripuliti i percorsi da Roseto a Montepagano e la Fontana D’Accolle FOTO

DCIM100MEDIADJI_0320.JPG

Roseto. Nella giornata di ieri, 16 Maggio, un gruppo di volontari autorizzato si è recato presso i sentieri pedonali che portano da Roseto a Montepagano.

Lungo il tragitto c’è la famosa Fontana D’Accolle , ribattezzata in onore dello spettacolo teatrale ormai celebre “La fontana del Santo” . Purtroppo incuria e teppisti rendono quei percorsi una discarica.

I volontari con cadenza regolare ripuliscono i sentieri ed una volta l’anno vengono rimossi i rifiuti edili che vandali buttano con furgoni nella notte. L’area della fonte viene spesso usata per feste o ritrovi. Purtroppo i vandali hanno distrutto e bruciato i cartelli, che vengono posizionati ogni anno e ricordano come non ci sia il servizio di raccolta rifiuti e che in riserva è vietato accendere fuochi. Tutti i resti dei ‘festini’, anche se messi nei cestini, non sono rimossi da nessuno se non dai nostri volontari e quindi andrebbero riportati a casa.

Come al solito i volontari hanno ritrovato di tutto: scarti di lavorazioni edili, mobili, televisori e perfino carrozzine buttate lungo le scarpate.

I volontari si sono divisi in quattro gruppi per percorrere i due sentieri da monte a valle e viceversa per ritrovarsi alla fontana e sistemare i canali di deflusso dell’acqua ed effettuare piccole manutenzioni possibili.

Tanta fatica per i volontari delle Guide del Borsacchio, del WWF, Naturamo, FIAB ed ancora una volta supportati dai ragazzi del residence Felicioni che in questi 5 anni sono stati vitali nel bonificare tonnellate di immondizie lasciate da ‘criminali’.

“Il nostro grazie va a questi splendidi volontari che dedicano così tanto tempo per gli altri. La fontana ed i sentieri sono le uniche vie pubbliche e percorribili nella Riserva pedonalmente ed è l’unica area attrezzata. Faremo come sempre di tutto e continueremo ad utilizzare i pochi fondi delle donazioni dei volontari per dare decoro in attesa del Comune di Roseto che non ha ancora pubblicato, dal 13 dicembre 2019, l’esito della gara di affidamento dei servizi all’interno della Riserva. Bando, doveroso ricordarlo, senza contributi”, concludono i volontari.