Roseto, ponte in legno sul Vomano. Ancora ritardi

In origine doveva essere ultimato entro il mese di dicembre del 2017. Ma ad oggi del ponte ciclopedonale sul fiume Vomano, che collegherà Roseto con Pineto, esistono sono alcuni piloni e delle armature in cemento armato.

E’ l’anello mancante per completare il percorso della ciclovia lungo la fascia costiera teramana. Eppure, dopo aver risolto il contenzioso con la ditta appaltatrice e aver affidato gli interventi ad una nuova impresa, la Provincia di Teramo era certa che i lavori sarebbero ripresi prima della fine dell’anno.

Anzi, c’era quasi la certezza che ad ottobre la ditta avrebbe preso in mano l’intera operazione al termine della quantificazione di tutte quelle opere, poche per la verità, fin qui realizzate da chi aveva vinto l’appalto nel 2017 ma che non ha potuto poi rispettare i patti sottoscritti. Dalla Provincia fanno sapere che i documenti per la ripresa delle opere sono stati ormai definiti. A questo punto bisogna solo pazientare, anche se le associazioni ambientaliste sono preoccupate.

Soprattutto per i tempi che continuano ad allungarsi. La storia di questo progetto parte nel 2017, quando nel mese di giugno ci fu la consegna dei lavori in pompa magna. Dopo una serie di controversie, nel 2020 si è arrivati alla risoluzione del contratto per inadempienza contrattuale con la ditta Ecofin srl (che aveva acquisito la Gianforte Remo prima aggiudicataria). Per la risoluzione si è dovuto attendere una sentenza del Tribunale visto che la ditta aveva impugnato la risoluzione della Provincia.

Da procedura di legge è stata interpellata la seconda ditta aggiudicataria che si è dichiarata non interessata fino a giungere alla terza offerta in gara quella della Facciolini srl. I lavori iniziali, comprensivi di progettazione, ammontavano a 2 milioni e 200 mila euro. I lavori da capitolato, si dovranno concludere in 130 giorni. Questo significa che se la ditta decidesse di prendere in mano la situazione a gennaio, entro il mese di maggio al massimo il ponte potrà finalmente essere inaugurato.