Rifiuti e micro-discariche a ridosso del Salinello: l’appello a Provincia e Comuni FOTO

Val Vibrata. Rifiuti di ogni genere, anche ingombranti e materiali speciali, abbandonati sulle sponde del Salinello e lungo la strada provinciale.

 

Il fenomeno, incontrollato dei rifiuti nelle zone periferiche, non sembra attenuarsi e il fenomeno torna d’attualità dopo la segnalazione (corredata da materiale fotografico), di Domenico Di Matteo, nella duplice veste di consigliere comunale a Tortoreto e presidente del Movimento civico Val Vibrata-Monti della Laga.

“Sono esterrefatto”, racconta, ” che nel 2019 ancora assistiamo a tali fenomeni di inciviltà, con rifiuti abbandonati praticamente sul greto del Salinello che alla prima piena finiranno al mare. Con tutte le conseguenze del caso: dalle ripercussioni in tema ambientale e quelle turistiche”.

L’ultima segnalazione in ordine di tempo riguarda un cumulo di ingombranti sulla sponda sud del Salinello (territorio di Mosciano), non distante dalla discarica (Tortoreto) e sempre a ridosso del corso fluviale (Sant’Omero).

“Faccio un appello alla Provincia di Teramo”, sottolinea Di Matteo, ” affinché si attivi con controlli mirati sulle strade e nelle zone a ridosso del Salinello per stroncare questa brutta abitudine. Ma lo stesso invito lo estendo a tutti i comuni, della Val Vibrata e non, che si affacciano sul fiume. Il rispetto e la tutela dell’ambiente passano anche con l’intensificazione dei controlli per fermare gli incivili”.