Martinsicuro, valori fuori norma: scatta il divieto di balneazione in due punti

Martinsicuro. Al capolinea dell’estate con un divieto di balneazione che riguarda due punti della riviera.

 

In una stagione scivolata via senza problemi di natura ambientale, Martinsicuro “inciampa” su due sforamenti delle acque di balneazione che impongono, al sindaco, di firmare un’ordinanza che vieta i tuffi in un ampio tratto del litorale truentino. Sforamenti minimi per quanto concerne i parametri di legge, ma che nel caso di specie evidenziano che qualcosa negli ultimi giorni non ha funzionato, a partire dal fatto che i prelievi sono stati effettuati all’indomani di un forte temporale.

I dati. I dati fuori “norma” riguardano i prelievi effettuati dall’Arta lo scorso 1 settembre e trasmessi questa mattina in Comune. I punti non in regola, riguardano il punto di campionamento “zona antistante lungomare sud 48”, e lungomare Europa.

 

Nel primo caso lo sforamento riguarda la concentrazione di escherichia coli 613 (limite di legge è 500), mentre nel secondo punto di campionamento il superamento riguarda l’escherichia coli (691) ed enterococchi (262, in questo caso il limite è 200). Il tratto in questione è quello compreso dal Tempo Libero e fino tutto riguarda il tratto compreso dalla zona centrale fino all’altezza di via dei Pni. Ora si è in attesa di conoscere l’esito delle controanalisi.