Martinsicuro, minacce e aggressioni in famiglia: fermato e arrestato dai carabinieri

Martinsicuro. Al rientro a casa, in preda ai fumi dell’alcol, ha avuto un violento diverbio con la sorella, presa ripetutamente a schiaffi.

 

Contro di lei, avrebbe anche aizzato il pit-bull quasi ad intimidirla. A quel punto la giovane donna, spaventata dalla collera del fratello maggiore, ha chiesto l’intervento dei carabinieri, preoccupata dallo sviluppo che stava prendendo la vicenda. I carabinieri della stazione di Martinsicuro, una volta sul posto, hanno messo fine alla situazione per poi arrestato il fratello violento, A.A. di 53 anni, per maltrattamenti in famiglia.

 

L’uomo, con precedenti specifici, dopo l’udienza di convalida è stato gravato da una misura cautelare degli arresti domiciliari (in un’abitazione diversa da quella paterna), mentre il giudice ha ripristinato la precedente misura personale del divieto di avvicinamento ai familiari.

Il 53enne, come detto, nel 2017 era stato arrestato sempre per lo stesso motivo per le violenze manifestate all’interno delle quattro mura domestiche, trascorrendo anche sei mesi in carcere. Negli anni successivi era tornato a vivere in famiglia, ma con il passare del tempo erano riprese le forme di maltrattamento nei confronti dei familiari (anziani genitori, fratello e sorella) e danneggiamento di porte e suppellettili. L’ultimo episodio in ordine di tempo la scorsa notte, quando l’esagitato è stato fermato dal provvidenziale intervento dei carabinieri.