Donna infortunata sul Gran Sasso: soccorsi attivati attraverso Georesq FOTO VIDEO

Grazie all’applicazione di Georesq sul proprio smartphone, una persona ha lanciato l’allarme dopo aver assistito a un incidente sul Gran Sasso.

 

Una donna si sarebbe infortunata in prossimità della Direttissima, via alpinistica che conduce alla vetta occidentale di Corno Grande (2912 m s.l.m.). Il servizio di Georesq, gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e promosso dal Club Alpino Italiano (CAI), consente di determinare la propria posizione geografica ed in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso attraverso la centrale operativa GeoResQ.

 

In tempo reale è stata infatti la centrale operativa della Sardegna a raccogliere la richiesta d’aiuto partita dal Gran Sasso e ad inoltrarla alla stazione del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese di competenza. Sul luogo sta operando l’elicottero del 118 dell’Aquila.

 

Aggiornamento. La donna, escursionista di Colleferro, stata scendendo assieme ad altri alpinisti per la via Direttissima sul Gran Sasso, e cadendo si è prodotta un infortunio alla spalla. A seguito dell’allerta inoltrata dalla centrale operativa in Sardegna di Georesq, l’elicottero del 118 dell’Aquila ha approfittato di una finestra di beltempo ed è volato in direzione del Gran Sasso.

Sul luogo dell’incidente sono stati verricellati sia il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico che il sanitario. Insieme hanno provveduto a collocare sulla barella l’infortunata poi trasportata all’ospedale San Salvatore dell’Aquila.