Cura all’infanzia: la Regione destina altri fondi. Le risorse a disposizione della provincia di Teramo

La Regione Abruzzo destina ulteriori risorse per i servizi di cura per l’infanzia a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) – Risorse Premiali 2007-2013 per un totale di € 2.540.997,71.

 

A darne comunicazione è il sottosegretario alla giunta regionale, Umberto D’Annuntiis, che spiega finalità dei progetti e destinatari delle risorse.

L’obiettivo è quello di rafforzare i servizi di cura per la prima infanzia, al fine di favorire l’incremento della presa in carico dei bambini, ridurre le liste d’attesa e ampliare l’offerta dei servizi, conformemente a quanto previsto nel vigente Piano Sociale Regionale.

Destinatari delle risorse sono gli Enti Capofila di Ambito Distrettuale Sociale, alla luce delle necessità e potenzialità specifiche del proprio territorio, che provvederanno successivamente all’assegnazione

Destinatari finali degli interventi sono i bambini di età compresa tra 0-3 anni e i relativi nuclei familiari.

Le Linee di Azione prevedono:

  • Azione A: Interventi nelle strutture a titolarità comunale. Gli interventi finanziati, attraverso erogazione di risorse ai Comuni, sono quelli relativi all’ampliamento ed estensione dei servizi già presenti sul territorio e non pienamente utilizzati (es. prolungamento orario servizio, ampliamento dei servizi con incremento della presa in carico, avvio di start-up);
  • Azione B: Interventi di ampliamento dell’offerta in aree con assenza o pieno utilizzo di strutture a titolarità comunale. Gli interventi finanziati riguardano il sostegno ai costi di gestione dei servizi educativi nei nidi privati accreditati mediante erogazione ai Comuni delle risorse prioritariamente dirette al soddisfacimento della domanda inevasa e, in subordine, ad integrazione delle rette dell’utenza in carico ma a rischio dimostrato di abbandono per l’insostenibilità dei costi. Nella seconda ipotesi, l’importo medio del buono servizio/voucher o del contributo per l’acquisto posti è massimo di € 330,00 mensili per 11 mesi di frequenza e, comunque, per un importo complessivo massimo di € 3.630,00.

Per quanto attiene la provincia di Teramo le risorse destinate agli ambiti sono le seguenti:

 

AMBITO DISTRETTUALE SOCIALEECADFINANZIAMENTO
TERAMOCOMUNE DI TERAMO150.990,13 €
VAL VIBRATAUNIONE DI COMUNI “CITTA’ TERRITORIO VAL VIBRATA”351.341,05 €
TORDINO – VOMANOUNIONE DI COMUNI “TERRE DEL SOLE”132.327,60 €
FINO-CERRANOCOMUNE DI SILVI168.811,00 €
GRAN SASSO – LAGACOMUNITA’ MONTANA “GRAN SASSO”50.860,00 €
854.329,78 €

 

“Si dà atto del buon lavoro portato a termine dall’Assessore Fioretti nell’intento di dare risposte puntuali, in particolar modo in un momento di difficoltà come quello che stiamo attraversando”, chiosa D’Annuntiis.