Apertura uffici postali di Garrufo e Poggio Morello: la richiesta

Sant’Omero. Fare in modo di riaprire al pubblico gli uffici postali delle frazioni di Garrufo e di Poggio Morello.

 

La richiesta è del gruppo di opposizione in consiglio comunale, Sant’Omero Futura, che “parla di una situazione di  grave danno alla comunità, costituita anche da persone anziane che utilizzano gli uffici postali sia per il pagamento delle utenze sia per il prelievo di contanti, ai quali vogliamo dare risposta e sostegno in seguito alle loro richieste di aiuto”.

 

In considerazione delle generali difficoltà di movimento e restrizioni negli spostamenti determinate dall’attuale emergenza e la necessità di evitarli, della mancanza di uno sportello Atm Postamat nella frazione di Poggio Morello, nonché soprattutto per il maggior afflusso di persone che sicuramente in questi giorni di accredito e pagamento delle pensioni si riscontreranno nell’unico Ufficio aperto di Sant’Omero città, il gruppo consiliare Sant’Omero Futura chiede espressamente al nostro Sindaco di inoltrare formale ed urgente richiesta a Poste Italiane S.P.A. per un’immediata riapertura degli uffici presenti nelle frazioni di Garrufo e Poggio Morello, anche in un numero di giorni minore di quelli vigenti ante emergenza, affinché possa essere garantito un benché minimo servizio essenziale di pubblica utilità ai cittadini residenti in tali località, distanti parecchi chilometri dal capoluogo, certi che sarà possibile erogare il servizio mettendo in atto tutte le precauzioni necessarie sia per gli utenti e sia per i lavoratori di Poste Italiane S.P.A”.

Gli stessi consigliere comunali chiedono,nuovamente, di dotare di un Postamat anche l’ufficio postale di Poggio Morello.